Archivi tag: Vincenzo De Luca

VITTORIA DI P(d)IRRO

De Luca nel mese di gennaio è stato condannato in primo grado dal tribunale penale di Salerno per abuso d’ufficio, per la questione della termovalorizzazione di Salerno. Successivamente il prefetto di Salerno lo ha sospeso in base alla legge Severino per 18 mesi. Questa sospensione, già vigente prima della sua candidatura, gli avrebbe dovuto impedire di candidarsi.Per la candidatura regionale la legge Severino lo rende incompatibile: nel momento in cui verrà proclamato eletto dall’ ufficio centrale regionale, presso la Corte di Appello di Napoli, De Luca verrà sospeso di diritto dalla carica di consigliere regionale e quindi di Presidente della giunta regionale. Quindi, essendo sospeso di diritto, tutto quello che farà De Luca sarà illecito, illegittimo e comporterà anche delle conseguenze, eventualmente penali. Se il prefetto di Napoli o il premier ( che dovranno prenderne atto ed emanare un provvedimento di accertamento dell’intervenuta sospensione) non dovessero osservare la legge Severino, si aprirebbero scenari di responsabilità penali in capo al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Prefetto.

Riassumendo: Renzi (Pd) ha permesso comunque che De Luca (Pd) si candidasse, la Bindi (Pd) lo ha considerato “impresentabile”, Renzi (Pd) non ha mosso obiezioni, De Luca (Pd) una volta eletto ha querelato la Bindi (Pd), Renzi (Pd) non ha preso posizione a difesa della Bindi (Pd), Renzi (Pd) dovrà sospendere De Luca (Pd) dalla carica….
Vittoria di Pd, vittoria di Pirro !

LA DITTA-DURA DELL’ITALICUM

Una quarantina di deputati dell’area Dem ha votato NO all’Italicum ma, come dice il buon Bersani, “La Ditta non si lascia”!
Malgrado il suo Capo stia adesso imbarcando tutti, per creare il Partito della Nazione, Bersani & Co. tengono duro !
Ne è fulgido esempio il candidato Pd in Campania, l’inquisito Vincenzo IMG_0750Luca, che imbarca anche l’acerrimo nemico Ciriaco De Mita (“il male assoluto”, come lo definì nel 2007).
D’altra parte, la sinistra si rottama e la destra è un bel rottame!
Ed ecco a voi, signore e signori, il futuro Partito della Nazione: la “pappa” cui attinse la Dc (1^ repubblica), la stessa cui attinse nel ’94 Berlusconi (2^ repubblica) è pronta ad essere inghiottita dal suo delfino Renzi (3^ repubblica).
Dire “Italia Paese di merda” si rischia il vilipendio alla Nazione (e quindi non lo dirò!), ma dire “italiani popolo di pappa” magari si può (quindi lo dico!).
Questi italiani, antropologicamente molto contenti di farsi gli affari propri , di curare i propri interessi e chi se ne frega di quelli degli altri: per questo voteranno anche i De Luca alle regionali o chi verrà loro imposto alle prossime politiche (con l’Italicum il 60,8% dei deputati verranno eletti “a loro insaputa”) !
D’altra parte, lo diceva Mussolini: “Come si fa a non diventare padroni di un Paese di servitori?”
E il futuro Dittadurello Renzi, questo l’ha capito da un pezzo ! (vedi foto)