Archivi tag: TFR

SONO RICCO (ma non lo sapevo…)

 

La recente nota di aggiornamento al DEF e lo stesso ministro Padoan prevedono pressione fiscale in aumento: 43,3% nel 2014, 43,2% nel 2015, 43,6% nel 2016/17.
Scusate, ma Renzi non aveva detto di aver “abbassato” le tasse ? Ho forse sentito male? Mi son perso qualche puntata successiva ?
Ah si ! Forse intendeva quelle delle grandi imprese (taglio dell’Irap) o degli italiani beneficiari degli 80 eurini e bonus bebè !
Dimentica forse che i tagli lineari agli Enti locali si tradurranno in maggiori tasse (aliquote Irpef, Imu, Tasi, Tari …) e minori servizi per lavoratori e piccole/medie imprese ?
Per non parlare dell’aumento (già deliberato) delle aliquote per Fondi pensione e TFR e delle clausole di salvaguardia (insite nelle Legge di stabilità) che faranno (quasi) inevitabilmente aumentarere l’IVA fino a 2,5 punti entro il 2016, traducendosi in una stangata fiscale di 50 miliardi nel triennio 2016/18.
Allora i casi sono due:
1) il sottoscritto è uno dei pochi che NON ha diritto a beneficiare di sgravi fiscali perchè “ricco” (a sua insaputa)
2) questo signor fiorentino ne sta prendendo per il culo in molti !
Ditemi voi…

TFR: Tutto il Fondo Raschiato

Visto che gli 80€ NON hanno rilanciato l’economia come ci si attendeva, adesso Renzusconi ci riprova con il TFR, ossia il salvadanaio delle famiglie.
Ma la possibilità di usufruirne anticipatamente vale solo per i dipendenti privati eh ! perché per quelli pubblici lo Stato i soldi non li ha: primo , perché dovrebbe esser lui a cacciarli, secondo (mia ipotesi) perché non li ha mai versati (caso Inpdap docet).
Ma (mi chiedo) chi farà la scelta di farseli anticipare ? Probabilmente chi ha dei problemi finanziari con le banche e/o usurai.
Con tanti (ri)saluti alla ripresa dei consumi…
Ma anche tanti saluti alle piccole/mede Aziende e all’Inps che dovranno cacciare i soldi !
No problem – risponde Renzusconi – ci penseranno le banche (a gratis?) o la Cassa Depositi e Prestiti (che contiene i risparmi degli italiani)…intanto facciamo cassa con l’Irpef (agevolata?) che dovrà esser versata sugli anticipi richiesti.