Archivi tag: tariffa puntuale

ASSAGO TERZULTIMA NELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Proprio cosi Assago è terzultima nella provincia come raccolta differenziata.

Stavo controllando l’ultimo MUD della Camera di Commercio per sapere di quanta era aumentata la percentuale di raccolta nel nostro paese ed ecco la triste scoperta.

Siamo al 50,99%

Il documento prende in esame l’anno 2015

Download (PDF, 242KB)

Leggendo il MUD ho notato che solo Sesto San Giovanni e Basiglio hanno una percentuale di differenziata inferiore alla nostra, mentre una metropoli complessa come Milano ha raggiunto il 56,52%

Poi ho controllato la percentuale di differenziato nei comuni dove viene utilizzata la tariffa puntuale Albairate 81,41% Magnago 71,89%  e poi c’è Parma con il 72% e un risparmio in bolletta, per i cittadini virtuosi, di 20 euro.

Devo dire proprio un ottimo risultato della nostra amministrazione la TARI è aumentata più del 44% e la differenziata di un 0, Complimenti!!

Noi del M5S però lo avevamo predetto già tempo fa e proprio per questo avevamo presentato in Consiglio Comunale delle mozioni sui RIFIUTI ZERO e sulla TARIFFA PUNTUALE ovviamente entrambe  bocciate dalla maggioranza guidata dal sindaco Musella e dall’assessore Burgazzi.

Ora con più convinzione ripresenteremo entrambe le mozioni, e sono proprio curioso di vedere come voteranno.

Roberto Murolo

NEWS RACCOLTA DIFFERENZIATA

In Ottobre, noi del M5S, abbiamo fatto richiesta presso il comune dei documenti  che ci potessero permettere di avere un’idea più dettagliata su alcuni temi a noi cari.

Tra i documenti richiesti ci sono quelli che riguardano la raccolta dei rifiuti.

Dopo diversi mesi siamo riusciti ad avere solo una piccola parte della documentazione richiesta.

Anche se non completi questi nuovi incartamenti ci hanno permesso di capire meglio la situazione della raccolta rifiuti.

Due sono i punti su cui abbiamo rivolto la nostra attenzione.

Il primo è stato capire la percentuale della raccolta differenziata nel residenziale per poterla confrontare con quella dichiarata più volte in Consiglio Comunale dal Sindaco Musella e dal suo Assessore Burgazzi.

La percentuale a cui si riferiscono è del 60 e oltre.

Dai dati in nostro possesso, riguardanti gli anni 2013/14, per il residenziale abbiamo solo la parte del secco e della carta e quindi conteggiamo i numeri della raccolta dell’umido, della plastica e del vetro come se fossero solo residenziali anche se comprendono anche l’industriale.

Ebbene si supera di poco il 50%, quindi siamo in piena linea con il MUD, se non peggio.

Il secondo punto riguarda il famoso progetto che riguarda la nuova programmazione della raccolta nel quartiere Milanofiori.

Lo stesso assessore sostiene che rivoluzionerà in positivo la raccolta dei rifiuti, migliorando sensibilmente la percentuale del differenziato.

Ebbene siamo venuti in possesso di questo progetto rivoluzionario, peccato che di rivoluzionario c’è ben poco, dove si prevede di utilizzare dei contenitori carrellati, di diversi colori, da collocare nelle aree gia predisposte alla raccolta dei rifiuti, esattamente come già si fa nella zona residenziale e di posizionare dei contenitori per la raccolta di toner e lampade al neon o ad incandescenza.

Come potete notare la verità dei fatti è molto lontana da quella che questa amministrazione continua a raccontare.

E’ un vero peccato che questi due punti siano stati usati dall’assessore per motivare il voto sfavorevole, della maggioranza, sulle mozioni che riguardavano la Tariffa Puntuale e i Rifiuti Zero.

Mozioni che se approvate e attuate potevano immediatamente cambiare in positivo la percentuale del differenziato e contemporaneamente far risparmiare molte famiglie.

Noi non molliamo.

Roberto Murolo

 

 

 

 

 

 

 

RISPOSTA ALLA MOZIONE SULLA TARIFFA PUNTUALE

Il 15 aprile c’è stato, dopo quasi 4 mesi, il Consiglio Comunale.

Finalmente all’ordine del giorno c’era la nostra Mozione sulla Tariffa Puntuale.

Mi sono recato al Consiglio già sapendo la risposta della Giunta, si propio così, nei documenti che vengono messi a disposizione all’atto della convocazione c’era già la risposta.

Ovviamente, come potete immaginare, la risposta  d’indirizzo politico era negativa.

Non è tanto il no, che me lo aspettavo, ma è il ragionamento che l’assessore Burgazzi fa per giustificare la risposta che mi lascia perplesso.

Burgazzi sostiene che l’orientamento dell’Assessorato è sulla”impostazione gerarchica”.

Impostazione gerarchica, che parolone, ma cos’è questa nuova impostazione? Non preoccupatevi è esattamente quello che si fa ora. Come sempre puntano sulla forma ma non sulla sostanza.

Burgazzi sostiene,inoltre, che i numeri riportati sul MUD non sono reali, sono numeri da INTERPRETARE. Ricordo che è il comune a redarre il MUD, un documento che ogni amministrazione è obbligata a consegnare alla Camera di Commercio.

L’assessore Burgazzi, portando altri numeri forniti sempre dal comune, fa notare che il vero problema della raccolta è dovuto alla  forte presenza di zone commerciali. Zone dove è difficile fare il differenziato.

Ma è proprio attraverso la Tariffa Puntuale, dove chi più produce indifferenziato più paga, che si incentivano i privati a differenziare.

Ultima considerazione della Giunta è sul concetto della Tariffa Puntuale. Essi sostengono che sono contro le politiche che puniscano, facendo pagare di più alcuni servizi, chi non rispetti certi parametri.

Ma l’adozione della Tariffa Puntuale, è l’esatto contrario, premia chi regolarmente fa la raccolta differenziata. Lo premia  a tal punto che pagherà di meno la tassa sui rifiuti.

Anche questa volta hanno dimostrato che bocciano, a priori, ogni nostra proposta.

MA  ARRIVERA  L’INVERNO.

Roberto Murolo

 

 

 

 

 

Nuova campagna informativa sulla raccolta dei rifiuti

NUOVA CAMPAGNA INFORMATIVA SULLA RACCOLTA DEI RIFIUTI

Sono passati alcuni mesi dal mio ultimo articolo riguardante la raccolta differenziata sul nostro comune(piccoli Renzusconi crescono 07/10/14)e forse sta cambiando qualcosa. Il comune ha lanciato la campagna informativa “Dal riciclo nuova vita” incredibile finalmente fanno qualcosa per migliorare la percentuale di raccolta differenziata, che ricordo è tra le più basse della provincia di Milano. Ci sono cartelli e manifesti per tutto il comune, hanno fatto anche un’app.
Oramai mi conoscete io non mi fermo alle apparenze sono un assaghese curioso quindi leggo e confronto. Primo dato che salta subito all’occhio è l’affermazione dell’assessore all’ambiente Burgazzi “Vogliamo ringraziare tutti i cittadini per l’impegno profuso ed allo stesso tempo esortarli a continuare su questa strada nel 2013 avevamo superato il 45% di raccolta differenziata ed adesso, con l’impegno dell’Amministrazione e il miglioramento del servizio di raccolta introdotto, puntiamo a migliorare ancora”.Ma se nel 2013 abbiamo registrato il 48,60% vuol dire che siamo in calo sugli anni precedenti, e lui sostiene che abbiamo fatto un ottimo lavoro! Perché dare percentuali sbagliate, una volta al rialzo e un’altra al ribasso? A voi la risposta.
Ma cosa cambia rispetto a prima, quali sono le novità che porteranno la percentuale di differenziato ad aumentare? Non lo so non c’è nulla di nuovo non cambia assolutamente niente tutto come prima, cambia solo la copertina ma la sostanza è la stessa.
Per quanto riguarda il piano specifico di intervento migliorativo per la raccolta differenziata a Milanofiori, cosa aspettate a dirci in cosa consiste questo piano visto che il comune durante l’aggiudicazione del bando della nettezza urbana lo ha giudicato così qualificante da dare un punteggio talmente alto che ha permesso alla San Germano Derichebourg di aggiudicarselo. Sono mesi se non anni che siete in possesso di questo piano, rendeteci partecipi!
Basta prenderci in giro, i cittadini sono stufi ed io per primo, siete sempre pronti ad inaugurare velostazioni(senza collegamenti con MM), nuovo plesso in via dei caduti(unico caso di stabile pubblico non intonacato) e nuove(?) campagne sulla raccolta differenziata.
Una domanda ma quanto è costato tutto questo?
Se davvero volete cambiare votate la MOZIONE presentata dal M5S sulla TARIFFA PUNTUALE.
Queste si che può cambiare radicalmente il modo di fare la raccolta differenziata e sopratutto di far passare il messaggio che chi più inquina più paga.
L’invito è aperto anche al PD, votate per il cambiamento vero, basta parole passiamo ai fatti.
Qui di seguito la Mozione presentata.

Download (DOC, 525KB)

Roberto Murolo