Archivi tag: Statuto dei Lavoratori

JOBS ACT ? NO, PRECARIATO ACT !

 

Sull’abolizione dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori (che disciplina in particolare il caso di licenziamento illegittimo – ovvero effettuato senza comunicazione dei motivi, ingiustificato o discriminatorio – di un lavoratore) Renzi ha ragioni da vendere : poiché questo garantirebbe lavoro già a chi ce l’ha, e NON a chi non ce l’ha, per perseguire la parità dei diritti sanciti costituzionalmente occorre prevedere il licenziamento, anche “senza giusta causa”, per TUTTI !!!
Mi chiedo e lo chiedo, in particolare, a quel 40% che (secondo sondaggi) continua imperterrito a sostenere Renzi, se il problema della mancanza di lavoro sia l’art. 18, oppure:
– la legge Fornero, che ha procrastinato di dieci anni il turnover pensionati/nuovi occupati
– la forte pressione fiscale sui privati e sulle Aziende che disincentiva nuove assunzioni
– la recessione economica in atto dovuta anche alla globalizzazione dei mercati
– la finanza speculativa
– la scarsità di domanda interna
– la burocrazia e l’incertezza del “diritto” che disincentiva ad investire nel nostro Paese
– gli ultimi 20 anni di politica senza riforme
– l’Euro che vale 1.000 delle vecchie lirette
– le Banche che non prestano i soldi , malgrado gli incentivi Draghoniani (ma a chi dovrebbero prestarli, in mancanza di ripresa di produzione e lavoro stabile…?)
D’altra parte, quella del lavoro “atipico”, è una specialità della casa Renziana: suo padre Tiziano docet ! In trent’anni di attività, su dieci società gestite, un solo lavoratore regolarizzato a tempo indeterminato (il giorno prima di entrare in politica) : il figliol prodigo Matteo.
Il “TIZIANO ACT”, insomma !