Archivi tag: Paolo Gentiloni

CAOS IN STAZIONE

Da Milano a Roma, in migliaia accampati nelle stazioni o nei centri urbani, mentre il nostro ministro degli esteri Gentiloni dice che la situazione “si sta normalizzando”…
Da una parte c’è il business della gestione migranti, dall’altra lo scarso peso del governo (“g” rigorosamente minuscolo) italiano in sede europea (la chiusura dei confini a Ventimiglia ne è l’ultima dimostrazione, anche se i più riescono comunque a passare in quella Francia prima responsabile dell’attacco in Libia).
In mezzo però rimane l’articolo 10 della Costituzione Italiana che prevede che uno straniero al quale nel suo Paese sia impedito di esercitare “le libertà democratiche garantite dalla Costituzione Italiana”, ha diritto d’asilo nel territorio italiano, “secondo le condizioni stabilite dalla legge”. Ma l’asilo costituzionale è rimasto, per tanti anni, un concetto praticamente disapplicato fino al 1997, quando una sentenza della Corte di Cassazione ha indicato il tribunale ordinario come organo competente per decidere sulla concessione dell’asilo ai sensi della Costituzione, anche in assenza di una legge applicativa.
Peccato, cari politici che da allora avete governato (si fa per dire), che la legge di applicazione, A TUTT’OGGI, non l’abbiate mai realizzata !
Quindi, coloro che adesso invocano i rimpatri si mettano l’animo in pace!
E poi, anche se fosse possibile, dove andrebbero rimpatriati: nella macelleria siriana o nella Libia di nessuno o negli Stati dove vige la pena di morte o magari nel Sudan dov’è in corso un’atroce guerra civile dal 2003..??
E quindi, in questa situazione di caos, la politica la butta in caciara, in “un tanto al chilo” , con Renzi Pilato che se ne lava le mani aspettando l’Europa, le Regioni del Nord in mano alla Lega che fanno blocco comune , Maroni che invoca presidi armati sui treni, mischiando i profughi africani con una banda di sudamericani (già noti alla questura) che aggrediscono un ferroviere a colpi di machete.
Tanto di babbei italiani che abboccano li trova in ogni angolo di stazione…e buon viaggio a tutti !

LE ULTIME PAROLE FAMOSE…

ALESSANDRA MORETTI : “Alle promesse di Berlusconi non credono più neanche gli anziani e neanche le casalinghe” (Io invece si, perché sono giovane e glamour!)

ROBERTO SPERANZA “Questi tentativi per sfuggire alla giustizia ci consegnano Berlusconi sempre più caimano e sempre meno uomo di Stato” (Io sto coi caimani!)
PAOLO GENTILONI “Un condannato in via definitiva non può essere il leader di un grande partito” (Ma co-leader di una grande coalizione si !)
SIMONA BONAFE’ “E’ evidente che con la vittoria di Matteo Renzi il primo ad andare a casa sarebbe proprio Berlusconi” (Ma passando prima da Largo del Nazareno!)
DEBORA SERRACHIANI “Berlusconi, un uomo con una vita sessualmente promiscua e moralmente discutibile” (Per questo a noi del PD piace!)
ANNA FINOCCHIARO “Berlusconi minaccia i nostri figli e usa metodi e linguaggio anti-Stato” (Ma se mi elegge Presidente lo perdono!)
GIULIANO POLETTI “Berlusconi continua a insultare le Coop” (Et la Coop c’est moi!)
ROBERTA PINOTTI “Mentre tanti italiani non hanno soldi per mangiare, Berlusconi dona 5.000€ alle ragazze: deve dimettersi” (Oppure pensare anche a quelle più mature!)
PINA PICIERNO “Sicuramente è un puttaniere. Berlusconi deve andare in galera” ( Ops, l’hanno assolto nel caso Ruby? Allora come non detto!)
MATTEO ORFINI “Non è neppure immaginabile la riedizione di una maggioranza come quella che ha sostenuto il governo Monti” (E quella fra Renzi e Berlusconi è l’eccezione che conferma la regola!)