DISCUSSA MOZIONE SUL DIVIETO DI CACCIA SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE

Mercoledì 27 settembre si è discussa e votata la mozione presentata dal consigliere M5S Maurizio Lo Presti riguardante il divieto di caccia su tutto il territorio.

Qui di seguito riportata: Premesso che la L.R. 26 del 16.08.1993, all’art. 43, comma 1) lettera e), prevede il divieto dell’esercizio venatorio nelle aie e nelle corti o altre pertinenze di fabbricati rurali; nelle zone comprese nel raggio di cento metri da immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro ed a distanza inferiore a cinquanta metri da vie di comunicazione ferroviaria e da strade carrozzabili, eccettuate le strade poderali ed interpoderali, quelle agro-silvo-pastorali, nonché consortili o vicinali ad uso pubblico; Comma f) prevede il divieto di sparare da distanza inferiore a centocinquanta metri con uso di fucile da caccia con canna ad anima liscia, o da distanza corrispondente a meno di una volta e mezza la gittata massima in caso di uso di altre armi, in direzioni di immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro; di vie di comunicazione ferroviaria e di strade carrozzabili eccettuate quelle poderali ed interpoderali, nonché agro-silvo-pastorali; di funivie, filovie ed altri impianti di trasporto a sospensione; di stazzi, recinti ed altre aree delimitate e destinate al ricovero ed all’alimentazione del bestiame nel periodo di utilizzazione agro-silvo-pastorale; Considerato che Negli ultimi anni, è stata più volte segnalata dai cittadini, alle forze dell’ordine, la presenza di cacciatori nelle vicinanze, o addirittura all’interno, del Parco Agricolo; Che tale circostanza mette di fatto in pericolo non solo gli abituali visitatori del Parco ma anche i cittadini residenti nelle vicinanze del Parco stesso; Si richiede al Consiglio comunale di votare la seguente mozione: Alla luce di quanto sopra esposto “Il Consiglio comunale delibera di dare mandato agli uffici preposti di predisporre tutti gli atti amministrativi ed i regolamenti necessari per vietare la caccia su tutto il territorio di Assago”

Come già ci aspettavamo la mozione non è stata accolta e la maggioranza del consiglio al di fuori di Lo Presti ha votato la seguente delibera:

Il Consiglio comunale non accoglie la proposta di mozione prot. n. 14968/2017 presentata dal gruppo consigliare “Movimento 5 Stelle” Assago avente per oggetto richiesta: “Mozione art. 84 comma 6 – Regolamento Consiglio Comunale- Divieto di caccia su tutto il territorio comunale”, in quanto l’argomento in oggetto non riguarda direttamente le funzioni di indirizzo e di controllo politico amministrativo del Consiglio comunale ed altre competenze allo stesso attribuite dalle leggi e dallo statuto, poiché la materia risulta essere di competenza della Regione Lombardia;

A noi interessava che il consiglio prendesse una posizione a riguardo e questo siamo riusciti ad ottenerlo visto che è passata la seguente delibera:

Il Consiglio comunale, condividendo l’argomento dà mandato agli uffici comunali competenti di procedere quale parte attiva con Regione Lombardia al fine di avviare un confronto necessario per una attività di informazione dettagliata e specifica in merito a tale argomentazione ed in particolare sui divieti di cui all’art. 43 della L.R. 26/93 da contestualizzare nel territorio urbanizzato di Assago anche attraverso ulteriore cartellonistica regolamentare anch’essa di competenza di Regione Lombardia;

Siamo sempre dalla parte dei cittadini i fatti parlano per noi.

Unico rammarico? In consiglio sono tutti contro la caccia ma nessuno prima di noi si era mosso concretamente.

 

 

SICUREZZA ASSAGO “FINALMENTE E’ GIUNTO IL GIORNO”

Ebbene si martedì 28 febbraio alle ore 21 si riunisce, presso la sede di Via Dei Caduti,  il Consiglio Comunale.

Al primo punto dell’ordine del giorno si discuterà la mozione: Richiesta creazione COMITATO CITTADINO PER LA SICUREZZA (CCS) e nascita di un PIANO INTEGRATO PER LA SICUREZZA

Download (PDF, 194KB)

Per chi volesse venire  preparato allego:

articolo sul comitato cittadino per la sicurezza: http://www.assagoincomune.it/2017/01/24/comitato-cittadino-per-la-sicurezza/

relazione del responsabile area polizia locale

Download (PDF, 137KB)

Video serata Piano integrato di sicurezza https://youtu.be/-2NI37zqPlU

Video Serata SdQ Assago https://youtu.be/G7EAj8yajJI

Finalmente riusciremo ad avere un confronto ufficiale con l’amministrazione sul tema sicurezza.

Mi raccomando venite numerosi è un momento molto importante per la comunità di Assago.

 

ASSAGO TERZULTIMA NELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Proprio cosi Assago è terzultima nella provincia come raccolta differenziata.

Stavo controllando l’ultimo MUD della Camera di Commercio per sapere di quanta era aumentata la percentuale di raccolta nel nostro paese ed ecco la triste scoperta.

Siamo al 50,99%

Il documento prende in esame l’anno 2015

Download (PDF, 242KB)

Leggendo il MUD ho notato che solo Sesto San Giovanni e Basiglio hanno una percentuale di differenziata inferiore alla nostra, mentre una metropoli complessa come Milano ha raggiunto il 56,52%

Poi ho controllato la percentuale di differenziato nei comuni dove viene utilizzata la tariffa puntuale Albairate 81,41% Magnago 71,89%  e poi c’è Parma con il 72% e un risparmio in bolletta, per i cittadini virtuosi, di 20 euro.

Devo dire proprio un ottimo risultato della nostra amministrazione la TARI è aumentata più del 44% e la differenziata di un 0, Complimenti!!

Noi del M5S però lo avevamo predetto già tempo fa e proprio per questo avevamo presentato in Consiglio Comunale delle mozioni sui RIFIUTI ZERO e sulla TARIFFA PUNTUALE ovviamente entrambe  bocciate dalla maggioranza guidata dal sindaco Musella e dall’assessore Burgazzi.

Ora con più convinzione ripresenteremo entrambe le mozioni, e sono proprio curioso di vedere come voteranno.

Roberto Murolo

INTERROGAZIONE SULLA CRITICITA’ REALIZZAZIONE BOX INTERRATI

In data 18/03/2015 il gruppo M5S Assago ha presentato un’interrogazione sulla realizzazione dei box interrati nelle zone di via IV Novembre/I Maggio, via Matteotti e via Duccio da Boninsegna.

Il Consiglio Comunale, nella seduta del 25.02.2015 non ha accolto la nostra Mozione relativa all’annullamento del Bando dei box interrati, ma questo non ha tolto i dubbi che abbiamo sulla sua realizzazione.

Manca ancora la documentazione riguardante il questionario del 2012 dal quale si dovrebbe rilevare la necessità di far fronte ad una domanda pressante di box privati da parte della cittadinanza.

Ma la Giunta dovrebbe risponderci su quali provvedimenti intenda prendere:

  • Per ovviare alla mancanza dei posti auto durante i lavori.
  • Per gestire la viabilità nelle aree interessate dal traffico dei mezzi pesanti in entrata ed uscita da Assago per l’allontanamento della terra proveniente dagli scavi, soprattutto in corrispondenza dell’area di via I Maggio sita a confine con la Scuola Materna di via Dei Caduti.
  • Per mitigare l’impatto ambientale ed acustico che i cantieri avranno sui residenti, soprattutto in corrispondenza dell’area di via I Maggio sita a confine con la Scuola Materna di via Dei Caduti.

Vedremo cosa risponderanno.

Di una cosa siamo sicuri, avevano detto consumo  di suolo zero.

Ma questo cos’è ?

A  RIVEDER  LE  STELLE

Qui di seguito l’interrogazione presentata:

Download (DOC, 486KB)

Roberto Murolo