Archivi tag: migranti

L’UOMO “NERO”

Centinaia di migranti (economici) bivaccano alla stazione di Como in attesa di ri-migrare nei Paesi nordeuropei che però non li vogliono più accettare (per ragioni pre-elettorali).
Renzi, all’ONU, dice che “se l’UE non da una mano, faremo da soli..!” (e questa non è una bufala).
Sono d’accordo !
E’ una questione di risorse , dunque ?
Bene, allora abbattiamo duramente la corruzione e l’evasione fiscale e vedrete che di risorse ne troviamo in abbondanza, consentendoci anche di dare un’esempio al mondo andando ad aiutare i poveri Paesi africani onde possano riaccogliere i loro profughi !
In modo che l’uomo “nero” non faccia più paura al povero “buana bianco” !

FERMIAMOLI LA’….E FUORI DAI “MARONI”

In un Paese (Italia) dalle mille contraddizioni: chi ne approfitta lucrando sui migranti (sia economicamente che politicamente), e chi invece persegue l’accoglienza; in un continente (Europa) dalle mille contraddizioni: colonizzatore dal 1500, popolo di migranti dal 1800, accogliente i migranti oggi, paiono insuperabili le difficoltà di risolvere politicamente tale emergenza.
Allora si fa strada un’idea: “Fermiamoli là”…
Concordo pienamente!
“Fermiamoli là” i nuovi negrieri (libici in testa), “fermiamoli là” gli sfruttatori ex-colonizzatori (occidentali e asiatici) delle risorse del continente nero, “fermiamoli là” i venditori di armi e fomentatori di guerre…
E poi, “fuori dai Maroni” chi in Italia , dopo aver governato 9 anni negli ultimi 20, dovrebbe sedere sul banco degli imputati per le folli politiche sull’immigrazione, che non solo non sono riuscite a risolvere il problema, ma neppure a governarlo (impresa largamente agevole, ove mai esistesse uno Stato efficiente e coerente). Invece la premiata ditta Maroni&Salvini salgono ogni giorno sul banco degli accusatori, addossando ad altri le colpe in gran parte loro. Porta la firma della Lega una norma disumana, quella dei respingimenti dei emigranti in mare, ma soprattutto inutile visto che contravveniva alle normative europee ed era destinata alla bocciatura (che puntualmente arrivò). Così come il memorabile “pacchetto sicurezza” che tagliava i fondi alle forze dell’ordine (anziché dotarle di più mezzi finanziari per espellere i clandestini), creava le ronde e inventava il geniale reato di immigrazione clandestina: col risultato di intasare questure, procure e tribunali siciliani con decine di migliaia di fascicoli su gente senza identità né dimora, costringendoli a inseguimenti, carcerazioni e scarcerazioni immediate, nonché a processi destinati a sicura prescrizione; ma anche di rendere impossibile l’espulsione dei clandestini in attesa dei tre gradi di giudizio.

AFFAMATI, SFRUTTATI, PERSEGUITATI, VITTIME DI GUERRE

Così Francesco ha commentato l’ultima tragedia che si è svolta nel canale di Sicilia e che ha visto centinaia di migranti morti annegati.
Mi chiedo perché, di fronte agli oltre 50 mila presenti questa mattina in piazza San Pietro per il Regina Caeli, non abbia avuto il coraggio di andare fino in fondo, ponendo le conseguenti domande:
– affamati da chi ?
– sfruttati da chi ?
– perseguitati da chi ?
– vittime di guerre di chi?
Forse che anche lui non può farlo? Forse che la “globalizzazione dell’indifferenza” (usando sempre parole di Francesco) non nasce proprio (dico io) dalla “globalizzazione degli interessi economici” ?
Non può farlo, proprio come i nostri politici di merda che non mancano occasione per strumentalizzare ai fini di campagna elettorale, addebitandosi a vicenda le colpe di questi “omicidi”?
Perché Renzocchio, in visita da Obama, non gli ha detto chiaramente (magari nella lingua di Dante che lui ben dovrebbe conoscere, in luogo dell’inglese) che sarebbe ora di abbandonare gli interessi economici che gli USA hanno in mediorente e nell’Africa ?????
PIRLA !