Archivi tag: impresentabili

SOTTO IL MATERASSO, MOLTO

Alla fine, sapete qual’è il vero “tesoretto” ?
Quello che i Partiti hanno nascosto sotto il materasso negli ultimi vent’anni: a fronte di spese accertate per campagne elettorali pari a 720 milioni, i rimborsi elettorali hanno portato nelle casse 2,5 miliardi (dossier pubblicato da Ass. Openpolis).
Il surplus è pari a 1,7 miliardi che VOI (loro elettori) avete versato “a vostra insaputa”.
E continuate tranquillamente a elargire, visto i risultati delle recenti Regionali : soddisfatti coloro che hanno votato per i Partiti che sono stati al Governo, coloro che hanno votato per i trasformisti, coloro che hanno votato per i “desaparecidos”, ex-cespugliotti, coloro che hanno votato per gli “impresentabili” (mentre l’impresentato Renzi volava in Afghanistan…) e coloro che (non conoscendo la storia) si sono fatti infinocchiare da un venditore di razzismo (aspirapolvere di voti che prima appartenevano al delinquente affabulatore).
E non dimentichiamoci anche di quell’italiano su due (due su tre se non esistesse il M5S) che se ne è rimasto a casa (o ha fatto il ponte), facendo così vincere gli “astenemos” in luogo dei “podemos”…..

RIASSUNTINO…

Allora riassumiamo:
– esiste una Commissione Parlamentare Antimafia, composta da 25 deputati e da 25 senatori di tutti i partiti, che, a settembre 2014, si è data un codice etico di autoregolamentazione per le candidature;
– cioè ha detto ai partiti “guardate che per chi aderirà a questo codice la Commissione vaglierà i profili dei candidati e dirà chi è impresentabile, in quanto coinvolto in processi per reati, direttamente o indirettamente, legati alla mafia”;
– poiché tutti i partiti hanno aderito, la Commissione ha cominciato a verificare le liste presentate il 2 maggio per le regionali. Ciò ha voluto dire interpellare tutte le Prefetture d’Italia interessate (in funzione della residenza dei singoli nominativi), in quanto (udite, udite!) all’alba del 3° millennio l’Italia NON dispone di un casellario giudiziario unificato…(e questa già la dice lunga…);
– una volta pervenute le risposte dalle Prefetture, la Commissione ha dovuto effettuare le opportune verifiche, riuscendo a presentare i risultati solo a ridosso delle elezioni;
– sembra ora strano che la Commissione, una volta tanto che fa il suo dovere, cioè dice ai cittadini “guardate che questi sono impresentabili”, il partito c.d. “democratico” (che dice di ereditare la questione morale di Berlinguer !) invece di attaccare i suoi impresentabili e cacciarli a pedate, cosa fa? Attacca la Presidente della Commissione (Rosi Bindi), peraltro del Pd anche lei…!!
P.S. quanto sopra a beneficio dei non informati, onde evitare che continuino a farsi prendere per il culo (a meno che non piaccia o sia sia conniventi…)

SALTO NEL VOTO

IMG_1002
Chi sono gli “impresentabili” ?
Ecco una prima lista che comprende 12 FI, 9 Pd, 5 Ncd, 3 FdI e 2 fittiani.
Tutti i partiti sono ben rappresentati, dunque è meglio parlare di riciclo anziché rottamazione (con Renzi che difende ancora De Luca).
Unico non rappresentato è il M5S e sapete perché?
Semplicissimo, perché nel proprio Regolamento è previsto che ogni candidato, per essere eleggibile, debba avere la fedina penale PULITA e NON avere carichi pendenti (come ha dovuto dimostrare il sottoscritto nel corso delle precedenti amministrative comunali).
Perché i partiti non applichino questa elementare e semplicissima regola, sta al rispettivo elettorato chiederglielo…
Adesso gli italiani che intendono ancora astenersi dal voto faranno lo sforzo per andare a votare chi è “presentabile”…?
Daranno fiducia a chi vuole entrare in tutte Regioni per mandare i propri consiglieri a mettere le mani sulle carte, onde denunciare sprechi e illegalità, a partire dalla sanità ?