Archivi tag: Expo

EXPOTTISMO

In occasione del monologo tenuto durante l’assemblea del PD all’Expo, Renzi ha promesso sgravi fiscali per i prossimi 5 anni pari a 50 miliardi.
DOPO L’INCARICO A PRESIDENTE, aveva promesso:
A Febbraio, legge elettorale
A Marzo, lavoro
A aprile, P.A.
A maggio, fisco
Renzocchio, entro quanto tempo invece la verità sull’omicidio Borsellino, dopo 23 anni di depistaggi a cura di istituzioni dello Stato e dell’antimafia di facciata ???

EX-POst: LE BALLE SUI VISITATORI

Il commissario Giuseppe Sala continua a mentire sui numeri dell’EXPO: ha dichiarato 6milioni di visitatori per maggio e giugno mentre i file degli ingressi giornalieri sommano 3,5 milioni di visitatori paganti (contro una previsione iniziale di 8,8 milioni).
Mentre continuano i super sconti (ingressi gratis per redditi inferiori a 10mila euro), in forte imbarazzo si trovano gli amministratori pubblici dei trasporti (Atm), rifiuti (Ansa) e treni regionali (Trenord), costretti ad organizzare servizi sulla base di dati drogati.
EX-POst si valuteranno i costi/ricavi di quest’evento che, già intriso di scandali politici per malaffare e di forti incertezze sulla destinazione finale dell’area, alla luce di questi dati, nulla di buono già lascia presagire per…sor Pantalone !

EXPO & TURANDOT

Ambedue opere “incompiute”, come “compiute” sono state, invece, le opere dei black bloc.
Si scrive “black bloc” ma si pronuncia “pirla”, al servizio di altri pirla più grandi di loro: perché in Italia fa sempre comodo a qualcuno per sputtanare chi si batte pacificamente…contro le mafie e le banche nascoste dietro le sigle TAV, EXPO, MOSE etc.
Destabilizzare per stabilizzare, questa è la tecnica: e nel caso di Milano, ci hanno pensato loro a sostituire il poco arrosto dell’Expo con tanto…fumogeno!

I° MA(N)GGIO: LA GLOBALIZZAZIONE DEL POLLO

Oggi, primo maggio, si festeggiano i lavoratori, ovvero i “polli” nostrani ormai globalizzati.
E meno male che l’art. 1 della Costituzione afferma che “l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”!
Cosa vuol dire, in soldoni? Che il lavoro è l’elemento unico che dà dignità alla persona, perché tale dignità, appunto, proviene dal suo lavoro .
Quindi, rimuovere le disuguaglianze in tal senso, è compito della Repubblica, cioè della politica.
Ma pare che la politica, sempre occupata al proprio “manggia-manggia”, non produca risultati visto che (alla faccia del Job Act) l’Istat ha appena annunciato che ci sono 138.000 “polli” disoccupati in più rispetto al 2014 !
Ma, niente paura! “Oggi inizia l’Expo e inizia il domani”, ha appena detto Renzi alla cerimonia di inaugurazione.
Certo,oggi l’Expo è iniziato grazie all’opera dei lavoratori stranieri immigrati, “polli” pagati in nero al massimo ribasso. Quanto al domani… “del doman non v’è certezza..”, soprattutto se dobbiamo credere alle promesse del giovane caudillo !!