Archivi tag: AMPLIAMENTO SCUOLA

SICUREZZA LAVORI AMPLIAMENTO MENSA SCOLASTICA

In data 07/11/2016, durante le ore scolastiche, l’impresa esecutrice delle opere in oggetto, ha proceduto alla demolizione della scala di emergenza in ferro senza avvisare la scuola nella persona della Dirigente scolastica e/o RSPP del plesso scolastico.

Tale lavorazione ha messo a rischio la salute e la sicurezza del personale di servizio e dei bambini, che dopo qualche ora sarebbero arrivati in mensa per pranzare.

La Direttrice scolastica, accortasi di quanto stava accadendo, ha immediatamente protestato con gli operai (bloccando di fatto la lavorazione)  e avvisato alcuni componenti del Consiglio d’istituto che giunti sul posto hanno potuto constatare quanto accaduto.

Considerando che nel piano di sicurezza e coordinamento veniva menzionato “…. quale primo fattore di rischio l’interferenza con gli utenti della mensa scolastica”.

L’art. 92 del D. LGS 81/2008 al comma 1 lettera a) prescrive al CSE di: “verificare, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte dell’impresa esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni a loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e coordinamento di cui l’articolo 100 ove previsto e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro”.

Nel PSC sono stati previsti circa 64.000 euro di oneri per la sicurezza diretti e indiretti da riconoscere all’impresa per l’esecuzione dei lavori nel rispetto della sicurezza.

In data 18/11/2016 venivano richiesti copia dei seguenti documenti:

  • Piano di sicurezza e coordinamento
  • Piano operativo di sicurezza
  • Verbale di coordinamento
  • Piano di evacuazione scuola

Ricevendo di fatto solamente il Piano di sicurezza e coordinamento ed un Verbale di cantiere “spacciato” per Verbale di coordinamento.

Per le gravi responsabilità del CSE che non ha provveduto a convocare prima dell’inizio dei lavori una Riunione di coordinamento invitando anche la Direttrice scolastica ed il RSPP del plesso e le gravi responsabilità dell’impresa esecutrice, che nonostante le prescrizioni contenute nel Piano di sicurezza e coordinamento, ha proceduto alla demolizione della scala di sicurezza senza accertare preventivamente che gli utenti della mensa fossero sufficientemente informati ed edotti di quanto stava per accadere.

Per questi motivi  il consigliere M5S Maurizio Lo Presti ha protocollato un’interrogazione chiedendo all’Amministrazione Comunale

  • se è al corrente di quanto accaduto il giorno 07/11/2016 e della sua gravità;
  • se ha denunciato quanto accaduto all’ASL;
  • se ha preso provvedimenti in merito chiedendo al RUP di sollevare dall’incarico il CSE per gravi negligenze;
  • se ha preso provvedimenti in merito chiedendo al RUP di non riconoscere interamente all’impresa l’importo relativo agli Oneri di Sicurezza.

Download (PDF, 698KB)

Aspettiamo risposta al più presto, ma se continuano a non convocare i Consigli comunali …..

 

VOGLIO CONTINUARE AD ESSERE MALEDUCATO!!!!!

Si avete capito bene…. se essere EDUCATI E GENTILI per i nostri Amministratori vuol dire assegnare un bando pubblico ad amici EDUCATI E GENTILI attraverso una finta NEGOZIAZIONE … io voglio continuare ad essere considerato MALEDUCATO!!!!

Per chi ancora non lo sapesse a Dicembre il Comune di ASSAGO ha invitato 4 Professionisti/Studi/Aziende a formulare un’offerta per la progettazione dell’ampliamento della scuola di via Matteotti, ufficialmente rispettando il comma 6 dell’art. 57 del Codice degli Appalti, che impone alle pubbliche amministrazioni di contattare almeno tre soggetti ( 5 per importi compresi tra € 40.000 a € 100.000 con la Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 4536 del 30 ottobre 2012).

Ma io che sono MALEDUCATO….. ho verificato i nominativi dei 4 SOGGETTI e guarda caso ho scoperto che questi sono “accoppiati” a 2 a 2, infatti il vincitore, lo STUDIO GUFFANTI GROUP, ha come Suo partners (tra l’altro presente anche nel proprio sito) uno dei 4 partecipanti la Società Romeo Safety Italia (Azienda operante nel settore della sicurezza e non della progettazione!!!!!), mentre gli altri due sono addirittura la stessa cosa, in quanto uno è lo STUDIO M+ ASSOCIATI e l’altro è uno dei soci, l’Ing. Agostino Mauri.

Cosa si può pensare? non voglio condizionarVi, fate Voi le Vostre riflessioni, di sicuro è tutto molto strano e lo è ancora di più se pensate che questa gara viene fatta qualche giorno prima di Natale (mentre a livello nazionale ci stavano per regalare la norma del 3%) e che nessuno presenta la propria offerta ad esclusione del vincitore (cosa molto strana in questo periodo di grande crisi economica)!!!!

Voglio continuare ad essere orgogliosamente MALEDUCATO!!!!

Naturalmente ho presentato una MOZIONE per chiedere l’annullamento del Bando così come ho presentato una MOZIONE per chiedere l’annullamento del BANDO DEI BOX INTERRATI, in quanto oltre alla nota anomalia dei progettisti delle due SOCIETA’ partecipanti, collaboratori o ex collaboratori dello STUDIO GUFFANTI GROUP, la gara è stata assegnata in SEDUTA PRIVATA e non PUBBLICA, come previsto all’art. 11 del BANDO stesso.

Maurizio Lo Presti