Ad ASSAGO …………… finalmente ……………… CONSUMO DI SUOLO ZERO

Vi ricordate il BILANCIO DI FINE LEGISLATURA che abbiamo ricevuto a casa?… bellissimo … patinato….veniva voglia di votarli solo per la qualità dell’opuscolo (la cui stampa probabilmente era stata pagata con i soldi nostri)!!!.

Quando, sfogliandolo, avevo letto a pagina 4

CONSUMO DI SUOLO ………………………….. 0,00 MQ

mi ero detto, quasi quasi li voto anche io!!!!……….. ma poi, ricordando l’impegno preso nei confronti dei miei splendidi compagni di avventura, mi sono presentato come Candidato Sindaco del M5S di Assago.

Oggi, a meno di 120 giorni dalle elezioni comunali, da Consigliere di opposizione, mi vedo costretto a difendere quanto scritto alla pag. 4 del BILANCIO DI FINE LEGISLATURA dalla GIUNTA MUSELLA, presentando una INTERROGAZIONE URGENTE per chiedere la sospensione del BANDO  DI GARA PER L’ASSEGNAZIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI BOX INTERRATI.

Infatti, la nostra Amministrazione Comunale, dopo aver permesso, negli anni passati l’edificazione sopra suolo in ogni angolo di Assago, è passata all’attacco del sottosuolo, pubblicando un bando che permetterà agli operatori di costruire su aree comunali, già destinate a parcheggi (tra l’altro liberi da auto, per la maggior parte della giornata), box interrati da vendere a chiunque, (la prelazione per i residenti, durerà solo tre mesi!!!!) aumentando per l’ennesima volta il CONSUMO DI SUOLO.

DSC_1488_ripulita
Parcheggio di via Matteotti

Questa volta però, mi sono permesso di ricordarglielo di NON CONSUMARE IL NOSTRO SUOLO….., non dico che mi ringrazieranno…. ma forse, nel rispetto di quanto scritto da loro stessi alla pag. 4 del BILANCIO DI FINE LEGISLATURA, ….. accoglieranno la mia interrogazione!!!!

Interrogazione_11-001Interrogazione_11-002Interrogazione_11-003

Chi vivrà vedrà…..

Maurizio Lo Presti

3° CONSIGLIO COMUNALE ……………..SI PUO’ DIRE TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO EMENDAMENTO “CIVETTA” AL BILANCIO COMUNALE 2014

Nel 3° Consiglio Comunale ho capito l’importanza dei Consiglieri di opposizione!!!!

Ho capito che, con l’attuale legislatura, non servono assolutamente a nulla!!!, anzi rischiano di diventare dei CARTONATI seduti in Consiglio Comunale.

Ma io, mi rifiuto di stare seduto ad ascoltare un Consiglio che approva quanto già deciso dalla Giunta Comunale!!!!

E’ assurdo pensare che si possano presentare EMENDAMENTI al BILANCIO leggendo 1000 pagine in 10 giorni!!…..questo è quello che prevede, infatti, l’Art. 17 del REGOLAMENTO DI CONTABILITA’ del COMUNE DI ASSAGO!!!

Quando abbiamo ricevuto la copiosa documentazione del Bilancio Comunale 2014 (più di 500 pagine fronte e retro) da visionare, con l’aiuto di tutti gli attivisti, ci siamo organizzati ed abbiamo, comunque, letto tutte le carte e pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo, abbiamo scoperto come……..nel rispetto delle regole…………… ci possano prendere per il “naso”!!

Non volevo crederci….. mi sono detto …… forse avranno sbagliato!!!! ci deve essere un errore!!!……. ma poi, leggendo e rileggendo, ho potuto appurare che era vero!!!!…… e, non convinto di quello che avevamo scoperto, ho deciso di presentare un EMENDAMENTO AL BILANCIO, così come previsto dal summenzionato Regolamento, per far si che il Comune rispondesse ufficialmente e fugasse ogni nostro dubbio !!!!……

Se leggerete la risposta, che Vi allego, scoprirete, anche Voi, che in campagna elettorale ……….. POSSONO DIRE TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO!!!!!…. possono prometterci che faranno qualunque opera, basta averla inserita preventivamente nel PIANO TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE dell’anno antecedente le elezioni, ……. tanto dopo, una volta eletti,  possono rimodificare il PIANO ……. e l’opera, come per magia, può sparire o essere ridimensionata, ………….. questo, sempre, nel rispetto della legislazione vigente!!!!……..COMPLIMENTI!!!!!

Interrogazione_09-001Interrogazione_09-002Interrogazione_09-003Interrogazione_09-004

Infine, proprio per dare un senso all’esistenza dei Consiglieri di OPPOSIZIONE e non farli diventare dei semplici “CARTONATI”, ho presentato un’INTERROGAZIONE per chiedere che venga modificato l’Art. 17 del REGOLAMENTO DI CONTABILITA’ che impone la presentazione di EMENDAMENTI al BILANCIO entro 10 giorni….. cosa assurda ed impossibile!!!!!!.

 

Interpellanza_11-001194520_ART_17-001

Maurizio Lo Presti

SECONDO CONSIGLIO COMUNALE… INIZIANO A BALBETTARE ED A NON RISPONDERE….

Finalmente, dopo il truman show del 1° Consiglio Comunale, si fa sul serio….. viene convocato il secondo Consiglio Comunale in data 03.07.2014, nel quale vengono discusse le quattro INTERROGAZIONI e  l’INTERPELLANZA presentata dal M5S, su richiesta dei molti cittadini. Continua a leggere SECONDO CONSIGLIO COMUNALE… INIZIANO A BALBETTARE ED A NON RISPONDERE….

GENITORI AL TEMPO DELLE PROVETTE

 

Il noto caso dello scambio di embrioni al momento dell’impianto ci porta alla seguente domanda: “Cosa rende un genitore davvero tale?”, solo il patrimonio genetico o i primi nove mesi di gestazione ?
Il Tribunale di Roma ha deciso per la seconda ipotesi, che i due gemelli dovranno crescere con la madre che li ha partoriti e suo marito e non coi genitori genetici.
Ciò ha creato molte discussioni nel mondo scientifico e non.
Qualcuno, ad esempio, ipotizza: un domani questi figli potrebbero chiedere alla madre perché non ha permesso loro di restare coi genitori biologici che volevano avere proprio quel figlio, avente lo stesso Dna.
Certo, tutto sarebbe stato perfetto se la donna che li ha tenuti in grembo li avesse poi donati ai genitori biologici (e senza il contribuito di re Salomone..!).
Personalmente, sposo la sentenza del giudice per tre ragioni:
1) l’ordinamento italiano stabilisce che la madre è la donna “che partorisce” (anche se la norma è anteriore alla fecondazione assistita);
2) i gemelli hanno trascorso nove mesi nel grembo della madre è questo è un tempo “che conta”per il legame che si è creato con la madre (si potrebbe sostenere che sia l’utero che crea il legame col figlio), così come “contano” i primi giorni di vita perché si è ormai instaurato un rapporto affettivo “dipendente” con entrambi i genitori;
3) (PER ME DECISIVO) poiché l’embrione è solo “in potenza” un uomo in atto, allora, proprio perché “lo può”, proprio per questo può anche diventare un non uomo. E pertanto, chi ci dice che lo sarebbe diventato, dopo nove mesi di gestazione nell’utero genetico? Chi ci assicura che tutto sarebbe andato UGUALMENTE? Chi ci assicura che, per qualsiasi motivo, non veniva partorito un bimbo diversamente abile? E, ancora, (poiché ipotizzo che trattasi di gemelli monozigoti) chi ci dice che al momento della “gastrulazione” i vincoli biologici non si fossero invece concentrati su un SOLO embrione…??
Una sola cosa è sicura: che non si possa più affermare categoricamente “MATER SEMPER CERTAS EST !

MARCHI E RIMARCHI STORICI

Dopo la stella di Davide imposta dai nazisti agli ebrei ecco il marchio “Nun” sulle case dei cristiani imposto dalle milizie del nuovo “Grande Califfato” dell’Isis che continua ad espandersi a nord dell’Iraq e Kurdistan, con l’obiettivo di conquistare le capitali arabe (a cominciare da Bagdad e Damasco).

Così l’Iraq, dopo il Vietnam e l’Afghanistan, diventa il cimitero delle ambizioni americane. Dove prima regnavano dei dittatori (Saddam , Gheddafi) adesso regna il caos, effetto di una primavera araba che l’inerzia delle democrazie occidentali non hanno saputo gestire accogliendo le sacrosante istanze di libertà.
Sunniti contro sciiti: una guerra “petrol-religiosa” condotta da saccheggiatori e stupratori di donne al grido di “Allah è grande” con un Corano “apocrifo” in tasca (riscritto da quale rais?), visto che quello “originale” vieta assolutamente l’omicidio fra fratelli mussulmani.
E poi, mussulmani contro cristiani: è l’inizio dell’undicesima crociata ? Quando vedremo marchiare, per ritorsione, le case dei mussulmani ???

SE LA LEGGETE , SCOPRIRETE CHE: (stralci della relazione della Commissione Parlamentare d’inchiesta, presieduta da Tina Anselmi – 1981 – sulla loggia massonica P2 di Licio Gelli )

La loggia P2 è un complotto PERMANENTE che si sviluppa e si plasma in funzione dell’evoluzione e della situazione politica ufficiale, configurandosi come un’impostazione politica ben definita che si pone al margine della legalità repubblicana.
Iscritti (fra gli altri) alla P2 : 195 ufficiali dei vari corpi delle Forze Armate, fra cui 42 generali e 8 ammiragli (alcuni ricoprenti cariche nei servizi segreti) – 36 membri del Parlamento – 422 appartenenti ai livelli alti della P.A. – 16 magistrati – 22 banchieri (fra cui Calvi e Sindona)
L’accesso alla loggia costituiva una sorta di passaggio obbligato per accedere a superiori livelli di responsabilità.
Molte operazioni poste in essere dal Banco Ambrosiano e altre Banche sono riferibili ad alcuni operatori (…Berlusconi) che trovano appoggi e finanziamenti al di là di ogni merito creditizio.
Controllare la pubblica opinione mediante controllo di giornali provinciali e locali e del Corriere della Sera (acquisito da P2 tramite Banco Ambrosiano e IOR)
L’intreccio tra la loggia P2 , Servizi Segreti (inquinati e inquinanti) e ambiente militare assume particolare rilievo nell’interpretazione del fenomeno c.d. della “strategia della tensione” (periodo ’70-’74).
Durante detto periodo, la P2 si collega più volte con la delinquenza organizzata e con gruppi e organizzazioni eversive, incitandoli e favorendoli nei loro propositi criminosi.
La loggia P2 è gravemente coinvolta in diversi fatti: Golpe Borghese – strage dell’Italicus, omicidio giudice Occorsio…. Nel comitato di coordinamento per il caso Moro, erano presenti 5 generali iscritti alla P2.
Nel ’74 viene registrato l’apice della strategia della tensione e nel ’76 viene inaugurata la stagione politica della solidarietà nazionale (oggi “larghe intese” ndr), di fronte ad una spinta a sinistra del quadro politico.
La politica di destabilizzazione mirava piuttosto alla stabilizzazione del sistema, su situazioni naturalmente di segno politico ben determinato, attraverso la strumentalizzazione del partito “armato” (eversione di destra e sinistra) da parte del partito “occulto” (P2).
Punti del PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA (vi ricorda niente?)
Dissolvere la Rai-Tv in nome della libertà d’antenna.
Creazione di due nuove forze politiche in funzione di contrappeso a quelle esistenti (selezionandone gli uomini).
Reinserimento dei Segretari Generali nei Ministeri.
Responsabilità civile del Magistrato.
Unità del Pubblico Ministero e responsabilità del Guardasigilli.
Riforma del CSM, responsabile di fronte al Parlamento.
Separazione delle carriere requirente e giudicante.

http://www.fontitaliarepubblicana.it/documents/121-000-relazione-anselmi.html

FRANGAR NON FLECTAR (mi spezzerò ma non mi piegherò)

Un Parlamento eletto con una legge dichiararata incostituzionale, “governato” da un Presidente del Consiglio non eletto dal popolo (che disse:”mai a palazzo Chigi senza passare dalle urne”), intende riformare la Costituzione senza che gli italiani (e l’Europa) l’avessero espressamente richiesto ma, anzi, raccontando loro la favola della lentezza del bicameralismo perfetto (quando gli ultimi tre governi hanno approvato 1 legge ogni 10 giorni – sarebbero poche?) , grazie ad un segreto accordo con un notissimo delinquente, facendone gestire l’iter da un avvocato 33enne ex-chierichetta (tal Maria Elena Boschi) e da un accusato per associazione a delinquere e bancarotta (tal Denis Verdini), condito con “olio di canguro” voluto dal Presidente del Senato (Grasso), con il sostegno di un 89enne capo dello Stato accusato di aver approvato leggi delinquenziali e anticostituzionali, e grazie infine ai milioni di struzzi che continuano a tenere la testa sotto la sabbia, AMEN!

REPORTAGE DAI LUOGHI DELLA (prossima) ULTIMA CROCIATA.

 

A oriente stiamo ancora vivendo gli strascichi della II^ guerra mondiale: colonizzazioni o post-colonizzazioni andate male e totale assenza di opzione politica: mentre l’Europa è solo Euro, Putin vuol essere il vero re dell’Eurasia. Le sanzioni economiche imposte da Obama alla Russia per il caso Ucraina vengono (as usual) convalidate dal cagnolino Europa.

Ben più seria la situazione in medio oriente, dove stiamo invece vivendo gli strascichi delle precedenti dieci crociate (1099-1271) anche se con un diverso “casus belli” : non più garantire sicurezza ai pellegrini cristiani diretti in Terra Santa, ma garantire sicurezza in termini di approvvigionamenti petroliferi, sfruttando i dissidi religiosi.
Israeliani, palestinesi, cattolici, mussulmani: la non accettazione dell’altro e l’intolleranza implica che dalla striscia di Gaza gli scontri possano allargarsi anche nei paesi multietnici europei: in Francia e Gran Bretagna, gruppi di dimostranti filopalestinesi prendono di mira sinagoghe e cimiteri ebraici, appoggiati da infiltrati del Jihad in Europa che condividono lo stesso antisemitismo.
Gaza è difesa da Hamas , un’armata moderna, ben finanziata, che s’avvale di due protezioni: i miliziani che sparano missili (forniti da Siria e Iran) e un’immensa popolazione civile, da cui questi “eroici partigiani” si riparano, da offrire martire come spettacolo TV nella guerra di propaganda. Centinaia di morti fra i bambini obbligati a scavare i tunnel sotterranei. Centinaia di morti, avvolti nelle bandiere verdi degli islamisti, vengono trasporti dalla folla che inneggia “Allah è grande”. Hamas e Jihad islamica sono falangi armate che vogliono eliminare dalla Terra Santa gli infedeli, ebrei o cristiani che siano, perché “A chi combatte per la causa di Allah, sia ucciso o vittorioso, daremo presto ricompensa immensa” (IV,74).
Israele ha subìto oltre 80 risoluzioni dell’ONU per la violazione dei diritti umani dei palestinesi e internazionali sulla gestione dei territori occupati. Occupati sin dal 1882 quando, sulla spinta della nascente ideologia sionista, si insediarono le prime colonie di ebrei in Palestina. E’ vero che queste superarono le origini stesse della religione ebraica (che prevedono l’attesa della venuta del Messia prima di poter tornare in Palestina) ma è anche vero che gli ebrei abitavano quella parte del mondo dal 2000 AC e che furono costretti ad andarsene dopo la rivolta del 70 DC, quando i romani distrussero Gerusalemme e decimarono la popolazione ebraica ivi residente da millenni. In realtà, la Palestina è mai esistita come Stato, ne` mai è esistito un popolo di tale nome, ma è il nome che i romani diedero alla Giudea.
Anche in Cisgiordania i “fratelli” palestinesi vengono sollecitati da Hamas a scendere in strada per una “terza intifada” (rivolta) scaricando i moderati del presidente Abu Mazen.
La determinazione espressa dagli Usa si scontra con la doppia impotenza di Washington, cha da un lato non vuole o non può esercitare forti pressioni su Israele e dall’altro non ha canali di comunicazioni diretti con Hamas e quindi deve interporre altri Paesi per la risoluzione del conflitto (l’Egitto e la sua nuova dittatura militare del dopo Mubarah).

Nella Libia del dopo Gheddafi una guerra intestina obbliga le ambasciate a chiudere,
mentre a Tripoli roghi fuori controllo mettono a rischio di catastrofe umanitaria e ambientale dalle conseguenze difficili da prevedere.

Nell’Iraq del dopo Saddam, ritirate le truppe USA, gli jihadisti dello Stato islamico distruggono moschee e tombe di mistici islamici e cacciano i cristiani (identificati dalla “lettera scarlatta”) da Mossul, mentre intervengono in loro favore i Kurdi.

In Nigeria, attentati contro la Chiesa Cattolica da parte degli integralisti islamici che sconfinano anche in Camerun, continuando ad uccidere centinaia di persone.

“Dulcis in fundo”, c’è l’ISIS, il nuovo Califfato che si sta formando tra l’Iraq e le sponde del mediterraneo (con cellule in tutto il mondo islamico) e che sta attirando giovani mussulmani provenienti da tutt’Europa. Qui assistiamo, oltre che alla distruzione di moschee e monumenti antichi, ad un autoritarismo di nuovo tipo, con una regressione evidente nei confronti delle donne alle quali viene imposta l’”infibulazione” e la pena capitale per l’adulterio, tutte cose non previste dal Corano (“Flagellate la fornicatrice o il fornicatore, ciascuno con cento colpi” XXIV,2).
Le mire dei radicali sunniti dell’ ISIS si scontreranno presto con la Repubblica Islamica dell’Iran (il maggior difensore dello sciismo nel mondo) , con il coinvolgimento possibile di Turchia e della stessa Israele.

CHI, FRA QUESTI CONTENDENTI, FARA’ SCOPPIARE LA SCINTILLA CHE PROVOCHERA’ L’ULTIMA CROCIATA ?

1° CONSIGLIO…“ti do la parola solo se fai dei saluti!!!!!

Dopo una lunga campagna elettorale durata circa 5 mesi, dopo aver conosciuto, giorno dopo giorno, i miei nuovi amici, con i quali abbiamo creato un bellissimo gruppo in MOVIMENTO verso una società migliore, basata sull’ onestà e la trasparenza, e dopo aver capito, da subito, che la strada sarebbe stata lunga e soprattutto piena di insidie e trabocchetti, sono stato ufficialmente eletto Consigliere Comunale, con l’incarico di rappresentare non solo i miei fedeli compagni di avventura ma anche il 10% (circa) degli elettori assaghesi.

A distanza di qualche settimana dalle elezioni, sono stato convocato al Primo Consiglio Comunale….. dove ho ricevuto il Primo Consiglio da parte del Sindaco.  Si avete capito bene il nostro ben amato Sindaco ha accolto il Consigliere di minoranza del MOVIMENTO (forse il più fastidioso tra tutti i consiglieri di minoranza), dandogli un consiglio……” alla prima assemblea ti diamo la parola solo se non ci rovini la festa”. Questo è il consiglio che ho ricevuto, quando ho chiesto di poter prendere la parola, le Sue esatte parole sono state…..”se devi fare un saluto puoi parlare, altrimenti non ti do la parola, non è giusto, ci rovini la festa!!!!” Alla faccia del confronto democratico! ……. Mi sono chiesto ………… siamo in una dittatura? ………. o forse ci temono ed hanno paura di quello che diciamo e delle domande che facciamo?? Lascio a Voi il giudizio…..e nelle prossime puntate scoprirete cosa avrebbe voluto dire al Primo Consiglio Comunale di Assago il Primo Consigliere Comunale del M5S.

 

MISTERO BUFFO

Secondo Renzi (testuale, 22.7) “Le riforme costituzionali sono il Pin per accendere il telefonino e cominciare a fare le telefonate, cioè le riforme che servono per rilanciare l’economia” (del lavoro, PA, fisco etc).
Quindi, se ben intendo e fuor di metafora, le prime sono propedeutiche alle seconde (ed eccone allora spiegata l’urgenza)!
Bene! Tradotto vuol dire che se, (supponiamo) nel giro di 1-2 mesi, le riforme del Senato e della legge elettorale (Italicum) si concretizzano, allora queste riforme (che troveranno applicazione – sic stantibus rebus – nel 2018 !) potranno far speditamente procedere tutte le altre, finalizzate a risolvere problemi relativi a:
– 10 milioni di poveri
– 6 milioni di poveri assoluti
– 46% disoccupazione giovanile
– tasse sulla casa raddoppiate
– tasse su imprese, lavoratori e pensionati più alte d’Europa
– meno 1,9% di fatturato industriale nell’ultimo mese.
Cari amici Piddini, ho capito bene?
O forse l’urgenza è dovuta a chiudere al più presto il Patto del Nazareno, sottoscritto 7 mesi fa dal Riformatore spregiudicato col Mafiatore pregiudicato (secondo Napolitano, oggi, “interlocutore significativo”) ?
Quel Patto che prevede l’abolizione del Senato e nuova legge elettorale (pro Renzi) e la riforma giudiziaria (pro Berlusconi) !!
E se i due non ci riescono? Allora si va subito alle elezioni (Renzi dixit) !
E chi CAZZO se ne frega dei problemi reali degli italiani !
Attendo lumi…