Assago e i progetti ambientali: riassunto breve

Ormai da mesi il M5S di Assago si sta interessando ai progetti ambientali ai cui il nostro Comune potrebbe partecipare. In quest’ottica, abbiamo chiesto informazioni all’amministrazione relativamente ai progetti Terre Fertili e Tessere verde azzurro.

Ci è stato risposto che, per quanto riguarda il progetto Tessere verde azzurro, il Comune parteciperà, ma, essendo lo stesso in fase di “pre-bando”, non è possibile determinare tempistiche.

Per quanto riguarda invece il progetto Terre Feritili, il Comune non risulta inserito, tuttavia l’assessorato competente valuterà attività in merito.

Come conseguenza di questa situazione, chiederemo regolarmente aggiornamenti.

 

FESTA DELL’ALBERO ….. MA E’ PROPRIO VERO ?

Ogni anno il Comune di Assago ha messo a dimora un albero per ogni nuovo nato in ottemperanza alla legge n. 113/92.

Bellissima iniziativa del nostro comune peccato  che quasi tutti gli alberi a distanza di un anno siano morti.

E’ un peccato  che la nostra amministrazione trascorsa la giornata della festa con relativo discorso e foto di rito si dimentichi completamente di loro.

Sono così interessati alle piante che si dimenticano di bagnarle.

E’ sempre stato così, difatti l’albero di mio figlio è morto mentre quello di mia figlia è rimasto in vita perché a turno io o mia madre andavamo a bagnarlo.

Nel 2016 sono stati piantati 95 cachi l’anno prima 113 ulivi tutti in zona Bazzana Inferiore.

Dei 95 cachi sono rimasti in vita al massimo una decina e non ho visto tutti i 113 ulivi.

Ecco la situazione in zona Bazzana velostazione “Ponte che non c’è”

 

 

 

 

MORTE DELLA DEMOCRAZIA AD ASSAGO

Morte della democrazia ad assago

Dopo l’ennesimo episodio ANTIDEMOCRATICO della nostra AMMINISTRAZIONE. Ho abbandonato l’aula del CONSIGLIO COMUNALE. Vi allego la DICHIARAZIONE che ho letto in Consiglio prima di uscire affinché possiate capire con che gente abbiamo a che fare:

Sappiate che non molleremo mai.

SECONDA LETTERA APERTA AL GIORNO

Pensavo di dovermi difendere dall’enorme propaganda politica del nostro Sindaco Musella ed invece mi trovo anche a discutere con un quotidiano per cercare di ristabilire la VERITA’ DELLE COSE … forse perché la VERITA’ è come il PEPERONCINO … BRUCIA?

Di seguito la lettera:
La determina:

UN MONDO ALLA ROVESCIA

Ieri sera si è svolto il CONSIGLIO DI ISTITUTO al quale ho assistito parzialmente …. purtroppo avrei voluto esserci quando, parlando di quanto accaduto nei giorni scorsi nelle nostre scuole a seguito delle piogge, l’intero Consiglio (ad eccezione di alcuni membri) manifestava il proprio disappunto per le foto circolate sui social, pochi minuti dopo l’ingresso dei genitori, degli insegnanti e del personale ATA che, anziché dare una mano ad asciugare e pulire si preoccupava di postare le foto su FB, ma soprattutto avrei voluto esserci quando, alcuni membri, affermavano che sono cose che possono capitare, perché la colpa delle infiltrazioni è da attribuire ai palloni ed alle foglie che hanno ostruito i canali di scarico e che tra l’altro in via Dei Caduti, a complicare la situazione, ci si è messo un giunto, dal quale l’acqua è percolata.
Pazzesco, in un MONDO NORMALE ci si lamenterebbe con il proprietario dell’immobile o con chi doveva fare le manutenzioni oppure con chi aveva progettato, realizzato e collaudato i lavori eseguiti un anno fa e che non si era accorto dell’esistenza di un giunto, (probabilmente presente in quella scuola dall’alba dei tempi); ma mi chiedo …. se fosse successo a casa loro si sarebbero lamentati? secondo me si e probabilmente qualcuno di loro sarebbe andato anche dall’avvocato per far valere i propri diritti!!! …. ma trattandosi della scuola pubblica di proprietà del Comune … questo non si può fare … o meglio non si deve fare, non si sa mai …. meglio non parlare male dell’Amministrazione che, non dimenticatelo, elargisce contributi per il diritto allo studio. Questo, per me, è un MONDO che va alla ROVESCIA, ci si scaglia contro quel genitore, che ha il tempo di fare una foto e postarla e non ha il tempo di fermarsi a pulire, oppure si urla contro le bidelle che, nell’attesa del sopralluogo dei tecnici del Comune, non si attivano immediatamente per asciugare !! … cosa c’entrano genitori e bidelli in questa storia? o forse era meglio che i genitori non vedessero quanto accaduto? e quindi era giusto arrabbiarsi con chi postava le foto e con chi non puliva ed asciugava?
Mi permetto di far presente ai Membri del CDI che in Matteotti è crollato un controsoffitto!!!… Sapete quanto pesa una lastra di controsoffitto? Sapete cosa poteva succedere se fosse caduto in testa ad una insegnante o peggio ancora ad un bambino? … e voi Vi indignate delle foto su FB, ma state scherzando?
Qui non si tratta di far politica, si tratta di avere il coraggio di chiamare le cose con il proprio nome e di attribuire le responsabilità a chi sbaglia … io credo che lo sappia anche un bambino che gli scarichi dei pluviali vanno protetti con delle griglie antifoglie e che gli immobili vanno manutentati, anche perché, il nostro Sindaco, venerato dalla cittadinanza come si venera una divinità, tra le Sue mille doti, non ha (ancora) quella di sospendere l’alternanza delle stagioni e quindi le foglie cadranno sempre dagli alberi ed il vento le farà sempre volare!!!!
Ma forse sbaglio io a lamentarmi ed a pensarla in questo modo …… d’altronde in una nazione in cui gli indagati rimangono al loro posto e chi denuncia il reato viene rimosso dall’incarico è normale che ad Assago, se piove nelle Scuole, non ci si arrabbi con il Sindaco e con la Sua Amministrazione ma con chi posta le foto e con chi non pulisce per tempo!!! …. povera Italia!!

LA CLASSE NON. E’ ACQUA 3.0

Stanotte, nonostante quanto già avvenuto ad inizio mese, la scuola di via dei caduti si è allagata nuovamente e si è aggiunta anche la scuola di via Matteotti.

L’Amministrazione a distanza di settimane non ha fatto nulla per evitare l’ennesimo allagamento

… ma bisogna comprenderla. ….

d’altronde è troppo impegnata a rifare campi da calcio in sintetico , a rifare piazze e ad organizzare feste…quando avranno tempo verranno a sistemare anche la scuola. …. portate pazienza e soprattutto continuate a votarli.

LETTERA APERTA AL GIORNO

Oggi ho scritto una lettera aperta al GIORNO per l’articolo pubblicato qualche giorno fa che attribuiva il merito della nascita del COMITATO PER LA SICUREZZA al Delegato per la Sicurezza Licata ed al Sindaco Musella, chiedendo di leggere almeno i documenti prima di pubblicare una notizia. Come potrete vedere, infatti, anche voi nella premessa della DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE allegata si fa riferimento alla nostra MOZIONE presentata il 03.01.2017, frutto del lavoro di molti cittadini che dal 2015 hanno creato e gestito i gruppi di SORVEGLIANZA DI QUARTIERE. Ho chiesto pertanto che venga pubblicata la mia lettera e che venga fatto un articolo di rettifica che ristabilisca la verità delle cose.

 

Qual è la situazione attuale delle rogge assaghesi

Le rogge di Assago sono state per molto tempo nelle condizioni che ogni cittadino assaghese conosce bene.

Da circa 3 anni, ci siamo pesantemente attivati per il miglioramento di tale situazione ottenendo dei buoni risultati e coinvolgendo l’opinione pubblica.

I due casi principe sono la roggia Corio e la roggia Brianzona.

– La prima, dopo i recenti lavori, è tornata ad una situazione accettabile, almeno a livello visivo e olfattivo, ma è nuovamente salita alle cronache per un progetto di copertura in ottica ciclopedonale.
Ci siamo già attivati e analizzeremo i documenti relativi al progetto, con l’obiettivo di trovare alternative alla copertura di un ecosistema.

– La seconda, pur mantenendo sponde di certo non in condizioni ottimali, presenta adesso acque limpide e verrà probabilmente interessata da altri lavori. La situazione non rispetta ancora i nostri standard e ci siamo mossi per ottenere la pulizia degli argini e la ristrutturazione delle canalizzazioni a scavalco.

Alcuni degli ultimi documenti consegnati:

 

IN MEMORIA DI UN GIUSTO

La corruzione si è fatta da tempo metodo di governo. Negli ultimi anni è divenuta qualcosa di più: cultura diffusa, che ispira comportamenti politici e stili di vita di un’intera classe dirigente politica, amministrativa, imprenditoriale, la quale ostenta con durezza i panni del realismo e disprezza il moralismo.
Corrotti e corruttori possono essere scoperti. Ma diventa sempre più difficile rivolgere verso essi una vera riprovazione sociale. (…) Il nostro ceto di governo ha badato alla propria coesione interna, più che alla sua rispettabilità pubblica. Ha così fatto quadrato intorno ai propri ladri, malversatori, tangentari, procacciatori, finanziatori.
Ha rifiutato di accettare la distinzione, ovvia, tra accertamento giudiziario di un reato e comportamenti che, sia pure sfuggiti in qualche modo tra le maglie della giustizia rimangono politicamente inaccettabili e ha mantenuto al loro posto anche persone colpite da un paio di condanne, sia pure non definitive e assolte in modi acrobatici.
Intanto, spero almeno che qualcuno, leggendo questo libro, si vergogni, non dico si ravveda. E molti altri comincino a rendersi conto che proprio da qui deve cominciare una reazione. Che la ricostruzione della moralità pubblica è, oggi, il più ricco dei programmi politici, e la più grande delle riforme.
(Prefazione che Stefano Rodotà nel 1991 scrisse per il libro “Milano degli scandali”)
MIO COMMENTO: purtroppo, trascorsi 26 anni, quei “molti altri” non se ne sono resi conto ! E hanno continuato imperterriti a votarli…

Il futuro dei parcheggi della D4

Sulla DELIBERAZIONE DI GIUNTA N°. 60 del 11/04/2017. (Presenti: Musella Graziano, Vieri Roberta, Burgazzi Mario, Santagostino Donatella), leggiamo:

“ […] DELIBERA 1) Di esprimere indirizzo favorevole allo schema di convenzione, qui unito a formare parte integrante e sostanziale del presente atto, per regolare la gestione dei parcheggi pubblici del comparto terziario D4; […] “

Quindi, nella CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEI PARCHEGGI PUBBLICI DEL COMPARTO D4:

“ […] 2. I Parcheggi Gratuiti potranno essere chiusi durante l’orario di chiusura degli esercizi commerciali e paracommerciali operanti nel Comparto D4 (nel seguito, Chiusura Notturna), così come previsto dall’art. 8.4 var della Convenzione Urbanistica, ovvero per “ragioni di sicurezza” ed al fine di prevenire utilizzi non conformi alla destinazione loro assegnata dalla medesima Convenzione Urbanistica per gli “usi prioritari del commercio e delle attività complementari, usi e attività che costituiscono significativa rilevanza per la collettività” (art. 8.4 var Convenzione Urbanistica). A tal fine potranno essere installati adeguati cancelli. […]“

ma c’è qualcosa:

“ […] 3.1. Almeno un mese prima della conclusione della Fase Sperimentale, le Parti avvieranno verifiche congiunte sull’opportunità o meno di modificare l’orario di apertura e/o di chiusura dei Parcheggi Gratuiti così da concordare eventuali rettifiche di tale orario. […] “

Considerato che la priorità dovrebbero essere gli assaghesi che vanno a lavorare la mattina presto, non sarebbe il caso di farli aprire alle 7:00 questi parcheggi?

Seguiranno novità su quello che porteremo avanti circa questa situazione.