Archivi categoria: Lo Strillone Della Sera

editoriale a cura di Alberto D’anna

LE VITE DEGLI ALTRI…

Questi c.d. opinionisti cattolici che “da cattolici” blaterano sulla vita e sulla morte (degli altri) rimarcando la “delicatezza dell’argomento, che richiede il TEMPO necessario….”
(RIASSUNTO)
– “Credo che il dolore umano vada rispettato e non strumentalizzato. Non è un problema legislativo è un problema di costume” (PRODI, 2006).
– “Vogliamo costruire un sistema di garanzie per la persona malata. Tra queste, il rifiuto dell’accanimento terapeutico e del dolore non necessario. Lo strumento più efficace, per rendere effettivo quel diritto, è la Dichiarazione Anticipata di Volontà (o Testamento Biologico)” (Prodi, programma dell’Unione 2007)
– “È giusto approvare un testo sul testamento biologico in tempi ragionevoli” (Anna Finocchiaro, capogruppo dell’Ulivo al Senato, marzo 2007)
– “Dobbiamo costruire le condizioni per un confronto che porti a soluzioni condivise” (Piero Fassino, segretario DS, aprile 2007)
– “Sul testamento biologico si arriverà a un testo condiviso del Pdl” ( Eugenia Roccella, sottosegretario al Welfare, febbraio 2008)
– “Il Parlamento è chiamato a riempire questo vuoto normativo”, ( Angelino Alfano e Fabrizio Cicchitto, febbraio 2008)
– “La politica deve impegnarsi in Parlamento per cercare di approvare una legge sul testa mento biologico” (Water Veltroni , febbraio 2009).
– “Si provveda subito ad approvare una legge” (Bersani, febbraio 2009).
– “Laicità” sul testamento biologico !” (Dario Franceschini , ottobre 2009)
– “Il Paese ha bisogno di avere delle risposte su argomenti puntuali, difficili. Il testamento biologico non è una passeggiata. Ma ciò che è giusto va fatto” (Renzi, Assemblea Pd, febbraio 2017)
– ……CONTINUA
P.S. E POI IL “BUFFONE” SAREBBE BEPPE GRILLO ??

UN SINDACO AL GIORNO, TOGLIE I GIORNALAI DI TORNO…!

Oggi cambiamo e parliamo del sindaco PD di Milano, Beppe Sala: si, proprio quello indagato per falsa dichiarazione e per falso materiale e ideologico !
Si, proprio quello che ha nominato assessore al Bilancio Roberto Tasca, suo socio in affari, e assessora alla Trasformazione digitale Roberta Cocco, top manager in aspettativa della Microsoft (che si rifiuta di presentare la dichiarazione dei redditi, richiestale da Anac), che è anche fornitrice del Comune: un doppio conflitto d’interessi (il primo direttamente del sindaco, non altrui come per la Raggi sui fratelli Marra…)

PRONTO INTERVENTO

Nel 2016, sul fronte giudiziario, 133.000 processi se li è pappati la prescrizione, salvando così da sicura condanna almeno 200.000 delinquenti. Poi ci sono i vuoti d’organico fra giudici, PM, cancellieri e amministrativi che impediscono alla sola Cassazione di pubblicare 3.151 sentenze, mentre non si contano le migliaia di pregiudicati ancora a piede libero per mancanza di personale che notifichi le sentenze.
E che ha fatto il governo Renzi ? Zero ! Anzi , ha pensato bene ( vista la carenza d’organico pari al 10%) di mandare in pensione 500 giudici in anticipo (senza bandire nuovi concorsi), salvo poi prorogarne 18 che son quelli che gli interessano…
E la riforma Penale , con relativa revisione della prescrizione ? Giace da due anni nei cassetti del Senato.
Non va meglio sul fronte delle forze dell’ordine , visto che il capo della polizia, Gabrielli, denuncia carenza d’organico pari al 15% delle necessità per garantire sicurezza ai cittadini .
Ma in non tutte le città è così: eccedenze di organico si riscontrano “sotto casa” di ministri e sottosegretari, cioè dove i vari Alfano, Maroni etc. sono residenti.
Bene ! Sarà più facile il pronto intervento per andarli a prendere…..!!
(Nel frattempo, voi continuate a votarli..!)

PAROLE “MAGICHE” A CONFRONTO

Secondo una recente indagine McKinsey, dal 2005 al 2015 i redditi in Italia sono fermi o diminuiti per il 97% degli italiani. Inoltre, dal 2002 ad oggi il potere d’acquisto è diminuito del 26%.
Al polo opposto, in Svezia, il 20% dei redditi risultano fermi mentre per l’80% c’è stato un aumento costante.
Ma lì c’è una parola “magica”: Sindacati, che condividono il valore del lavoro con le imprese e il Governo.
Qui , invece, la parola magica è: Sindacati inesistenti e Partiti con dirigenze incapaci che qualcuno (o perché fa parte del 3% o perché masochista) continua a votare…!

IL MI(NI)STERO DELLE POST-VERITA’

Poiché la casta non può ammettere di stare sulle palle al cittadino medio, da la colpa alle bufale della Rete e ipotizza quindi di controllare il web (come già fa per giornalai e Tv).
Proprio come in “1984” di Orwell , il Ministero della Verità che serviva a propagandare bugie…
Peccato che lorsignori dovrebbero sapere che l’informazione falsa sia già sanzionata giuridicamente e il pensiero critico normato (art. 21 della Carta).
Quanto invece alla disinformazione (che sfocia in propaganda per gli stupidi e webeti) , l’antidoto è il pluralismo informativo e la discussione pubblica, oggi ancor più garantita proprio da ciò che s’intenderebbe controllare, i socialnetwork !
E’ vero che le bufale in Rete ci sono, ma hanno le gambe molto più corte di quelle (che sò) del cedimento strutturale del DC9 di Ustica…
E se proprio riuscissero a fotterci, censurando le verità che non gli piacciono (ribattezzate “post-verità”), come scusa autoconsolatoria delle loro politiche demenziali, sarebbe la loro morte definitiva.
Quindi, provateci !

I 1000 GIORNI DEL GOVERNO RENZI

– 66 MILIARDI DI EURO IN PIU’ DI DEBITO PUBBLICO, dai 2.146 dell’aprile 2014 ai 2.212 del settembre 2016. Vuol dire che ogni giorno di Renzi al governo ci è costato 66 milioni di euro debito pubblico
– 55 MILIARDI DI EURO IN PIU’ DI TASSE, dai 438 miliardi di entrate tributarie del bilancio 2014 ai 493 programmati per il 2017
– I POVERI AI MASSIMI STORICI, con il 28,7% degli italiani a rischio di povertà o esclusione sociale (17 milioni e 469 mila persone) e 8,3 milioni di poveri effettivi (il 13,7% della popolazione, in continua crescita)
– I FALLIMENTI A TAPPETO DELLE IMPRESE, 15 mila nel 2014, 14 mila e 700 nel 2015 e 3,6 mila nel solo primo quarto del 2016. I numeri salgono vertiginosamente se ai fallimenti si aggiungono le liquidazioni volontarie ed altre procedure concorsuali, con 104 mila imprese all’aria nel 2014 e 96 mila nel 2015. Un tessuto produttivo distrutto
– I DISOCCUPATI, I PRECARI E GLI INATTIVI A LIVELLI STRATOSFERICI, se infatti il tasso di disoccupazione ufficiale sembra sceso, rimanendo comunque altissimo all’11,6%, va detto che sono esplosi i voucher venduti dalle imprese (dai 69 milioni del 2014 ai 114,9 milioni del 2015) e che gli inattivi sono ancora più di 3 milioni, per un tasso di disoccupazione reale sopra al 20% e vicino ai livelli della Spagna e della Grecia
– LA SANITÀ AL COLLASSO, con 4,3 miliardi di euro di tagli nel solo biennio 2015-2016 e altri 13 miliardi di tagli programmati per gli anni successivi

NON C’E’ DUE SENZA TRE….

…E IL QUARTO VIEN DA SE’….il quarto è in pratica l’ennesimo (s)governo che nasce all’insaputa degli elettori !
Renzi e quelli del PD sono proprio dei “Gentiloni” a dare in comodato d’uso il Governo al “camomilla”, un altro ameboide DC !
Che si appresta a varare un governo Avatar-Renzi, con appoggio VerdiniAno, escludendo magari quei ministri che hanno introdotto riforme-schiforme (Lavoro, Sanità, Scuola).
Ma il Mattarella (al quale Renzi ha suggerito il nuovo premier via telefono) che adesso non concede le elezioni senza una legge elettorale funzionante e omogenea per entrambe le Camere, è lo stesso Mattarella che ha firmato l’entrata in vigore di una legge elettorale (Italicum) che sapeva essere valida solo per una Camera ? Neppure l’incontro con l’ex capo dello stallo lo ha fatto svegliare ?
Ovviamente, il M5S non ci sta e aspetta che la Consulta si pronunci sull’Italicum (da applicarsi ad entrambe le Camere).

CENTRO DI GRAVITA’ PERMANENTE

Tutti noi sappiamo che l’Italia è un Paese a grave rischio permanente per il dissesto idrologico, causa di smottamenti e allagamenti, e per le caratteristiche della faglia appenninica, causa di continui terremoti.
L’Italia, per il tramite di un serio piano decennale di “riparazione” (pubblica e privata) delle costruzioni e dei terreni , potrebbe creare un incredibile volano di rilancio dell’economia e dell’occupazione.
Se ciò non è stato ancora fatto è perché il centro di gravità permanente è costituito da una classe politica truffaldina che da cinquant’anni fa solo i cazzi propri (e quindi passibile di alto tradimento) e da una classe elettorale che , malgrado ciò, continua a sostenerla (e quindi passibile di alta connivenza o ignoranza).

L’OSSIMORO DELL’EMERGENZA “RICORRENTE”

Siamo lo Stato europeo con la più alta frequenza di terremoti ma spendiamo 2,6 miliardi di tasse all’anno per riparare i danni causati da eventi sismici negli ultimi 50 anni !
Già nell’800 sapevano edificare con criteri antisismici ma, con le attuali conoscenze e esperienze ingegneristiche, si possono oggi costruire edifici che non crollano e mettere in sicurezza il territorio con opere di consolidamento.
Qual’è allora, il problema…?
(vedi telegramma sottoriportato)

P O S T E I T A L I A N E
S E R V I Z I O T E L E G R A M M I

Telegramma Trasmesso al Centro Gestione

Trasmesso il: 28/10/2016 ore 12.01

DESTINATARIO:
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MATTEO RENZI
PIAZZA COLONNA 1
00187 ROMA
Riferimento: WG092433E77001

TESTO TELEGRAMMA:
ANZICHE’ ANDARE A QUESTUARE IN EUROPA, PERCHE’ NON RECUPERA I 50 MILIARDI, CALCOLATI PER METTERE IN SICUREZZA IL TERRITORIO DAGLI EVENTI SISMICI, PRELEVANDOLI DALL’EVASIONE FISCALE E CORRUZIONE?
PRIMA PERO’, FACCIA UNA BELLA LEGGINA CON “COPIA E INCOLLA” DEL MODELLO AMERICANO, DOVE IL 84% DEI CONTRIBUENTI PAGA LE TASSE E IL 92% DEGLI EVASORI VIENE MESSO DIRETTAMENTE IN GALERA.
SE NON E’ CAPACE DI FARNE UNA SLIDE, SI DIMETTA SUBITO !

MITTENTE:
D’ANNA ALBERTO
VIA PAPA GIOVANNI XXIII 1
20090 ASSAGO

PROVE GENERALI

Al Senato, il PD salva per l’ennesima volta l’ex sindaco Gabriele Albertini (ora senatore Alfaniano) da una condanna per calunnia ai danni del pm Alfredo Robledo.
Albertini pretende l’immunità anche se all’epoca dei fatti non era senatore, ma solo sindaco.
Immunità retroattiva quindi: prove generali per il Senato che verrà (se vince il SI) , composto da sindaci e consiglieri regionali ….