IN MEMORIA DI UN GIUSTO

La corruzione si è fatta da tempo metodo di governo. Negli ultimi anni è divenuta qualcosa di più: cultura diffusa, che ispira comportamenti politici e stili di vita di un’intera classe dirigente politica, amministrativa, imprenditoriale, la quale ostenta con durezza i panni del realismo e disprezza il moralismo.
Corrotti e corruttori possono essere scoperti. Ma diventa sempre più difficile rivolgere verso essi una vera riprovazione sociale. (…) Il nostro ceto di governo ha badato alla propria coesione interna, più che alla sua rispettabilità pubblica. Ha così fatto quadrato intorno ai propri ladri, malversatori, tangentari, procacciatori, finanziatori.
Ha rifiutato di accettare la distinzione, ovvia, tra accertamento giudiziario di un reato e comportamenti che, sia pure sfuggiti in qualche modo tra le maglie della giustizia rimangono politicamente inaccettabili e ha mantenuto al loro posto anche persone colpite da un paio di condanne, sia pure non definitive e assolte in modi acrobatici.
Intanto, spero almeno che qualcuno, leggendo questo libro, si vergogni, non dico si ravveda. E molti altri comincino a rendersi conto che proprio da qui deve cominciare una reazione. Che la ricostruzione della moralità pubblica è, oggi, il più ricco dei programmi politici, e la più grande delle riforme.
(Prefazione che Stefano Rodotà nel 1991 scrisse per il libro “Milano degli scandali”)
MIO COMMENTO: purtroppo, trascorsi 26 anni, quei “molti altri” non se ne sono resi conto ! E hanno continuato imperterriti a votarli…

QUI, GATTA CI COVA…

..perchè la domanda è: come mai gli ottusi negazionisti (politici e giornalai vari) , che da giorni insultano il pm Zuccaro come un mezzo matto , difendono a prescindere tutte le Ong, anche quelle battenti bandiera maltese o neozelandese o panamense (paradisi fiscali) ? Quelle Ong che rifiutano ogni collaborazione con i pm e persino col Parlamento ? Quelle Ong che detengono ormai il controllo delle bibliche migrazioni nel Mar West entrando tranquillamente nelle acque libiche ? Quelle Ong di cui si ignorano regole d’ingaggio, referenti e finanziatori …(cosa ci faceva ieri Soros da Gentiloni) ???

LE VITE DEGLI ALTRI…

Questi c.d. opinionisti cattolici che “da cattolici” blaterano sulla vita e sulla morte (degli altri) rimarcando la “delicatezza dell’argomento, che richiede il TEMPO necessario….”
(RIASSUNTO)
– “Credo che il dolore umano vada rispettato e non strumentalizzato. Non è un problema legislativo è un problema di costume” (PRODI, 2006).
– “Vogliamo costruire un sistema di garanzie per la persona malata. Tra queste, il rifiuto dell’accanimento terapeutico e del dolore non necessario. Lo strumento più efficace, per rendere effettivo quel diritto, è la Dichiarazione Anticipata di Volontà (o Testamento Biologico)” (Prodi, programma dell’Unione 2007)
– “È giusto approvare un testo sul testamento biologico in tempi ragionevoli” (Anna Finocchiaro, capogruppo dell’Ulivo al Senato, marzo 2007)
– “Dobbiamo costruire le condizioni per un confronto che porti a soluzioni condivise” (Piero Fassino, segretario DS, aprile 2007)
– “Sul testamento biologico si arriverà a un testo condiviso del Pdl” ( Eugenia Roccella, sottosegretario al Welfare, febbraio 2008)
– “Il Parlamento è chiamato a riempire questo vuoto normativo”, ( Angelino Alfano e Fabrizio Cicchitto, febbraio 2008)
– “La politica deve impegnarsi in Parlamento per cercare di approvare una legge sul testa mento biologico” (Water Veltroni , febbraio 2009).
– “Si provveda subito ad approvare una legge” (Bersani, febbraio 2009).
– “Laicità” sul testamento biologico !” (Dario Franceschini , ottobre 2009)
– “Il Paese ha bisogno di avere delle risposte su argomenti puntuali, difficili. Il testamento biologico non è una passeggiata. Ma ciò che è giusto va fatto” (Renzi, Assemblea Pd, febbraio 2017)
– ……CONTINUA
P.S. E POI IL “BUFFONE” SAREBBE BEPPE GRILLO ??

NOTIZIE A CONFRONTO

A Casalnuovo, raccontano le statistiche, è raddoppiata la mortalità per cancro nella classi di età da zero a quattordici anni: la “Terra dei fuochi” è ancora terra di morte.
“La mia testimonianza sul traffico di rifiuti tossici è stata secretata da Re Giorgio“. Il pentito Carmine Schiavone in una lunga intervista al giornale Der Spiegel afferma che fu l’attuale Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ministro dell’Interno dal ’96 al ’98 nel governo Prodi, a SECRETARE le sue deposizioni sul traffico di rifiuti tossici che tiravano in ballo persino Paolo Berlusconi, fratello del Cavaliere, come capo di un’azienda del nord protagonista dei suoi traffici.

QUANDO LA MATEMATICA E’ UN’OPINIONE…

QUANDO LA MATEMATICA E’ UN’OPINIONE…
La lotta all’evasione fiscale nel 2016: 19 miliardi di euro recuperati all’erario, ben 4,1 miliardi in più rispetto ai 14,9 recuperati nel 2015.
Cori di giubilo del Governo , a reti e giornalai unificati : “È un risultato senza precedenti!” (Paolo Gentiloni); “È un record. Il Governo non strizza l’occhio agli evasori semmai ai contribuenti” (Pier Carlo Padoan)
Ebbene, sembra incredibile che nessuno abbia letto davvero il comunicato scritto dall’Agenzia delle Entrate (vedi sotto).
Cosa dice? Questo: nei 19 miliardi sono conteggiati anche i “4,1 miliardi incassati dalla voluntary disclosure”, cioè il condono sui capitali nascosti al fisco all’estero.
Senza queste cifre – che come ovvio non si possono considerare come “lotta all’evasione” – il gettito sarebbe stato allo stesso livello dello scorso anno.
Ma sai, a volte, la matematica…
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Documentazione/Archivio/Normativa+prassi+archivio+documentazione/Archivio+Recupero+evasione+-+Risultati/CS+9+febbraio+2017/033_Com.+st.+Presentazione+risultati+2016+09.02.17.pdf

MONTE DEI PASCOLI DI SIENA

Il M5S ha chiesto che fossero resi pubblici i nomi dei debitori insolventi delle banche cui è stato dato aiuto di stato (20 miliardi).
Cosa ha risposto il Governo ? NO !
Motivazione : preferiamo fornire solo il “profilo di rischio” dei debitori (sic!) e focalizzare invece l’attenzione sugli Amministratori della banche interessate…
E chi sono stati gli amministratori di MPS ?
Per caso gli stessi partiti di sinistra che vi hanno “pascolato” nel tempo…??

UN SINDACO AL GIORNO, TOGLIE I GIORNALAI DI TORNO…!

Oggi cambiamo e parliamo del sindaco PD di Milano, Beppe Sala: si, proprio quello indagato per falsa dichiarazione e per falso materiale e ideologico !
Si, proprio quello che ha nominato assessore al Bilancio Roberto Tasca, suo socio in affari, e assessora alla Trasformazione digitale Roberta Cocco, top manager in aspettativa della Microsoft (che si rifiuta di presentare la dichiarazione dei redditi, richiestale da Anac), che è anche fornitrice del Comune: un doppio conflitto d’interessi (il primo direttamente del sindaco, non altrui come per la Raggi sui fratelli Marra…)

PRONTO INTERVENTO

Nel 2016, sul fronte giudiziario, 133.000 processi se li è pappati la prescrizione, salvando così da sicura condanna almeno 200.000 delinquenti. Poi ci sono i vuoti d’organico fra giudici, PM, cancellieri e amministrativi che impediscono alla sola Cassazione di pubblicare 3.151 sentenze, mentre non si contano le migliaia di pregiudicati ancora a piede libero per mancanza di personale che notifichi le sentenze.
E che ha fatto il governo Renzi ? Zero ! Anzi , ha pensato bene ( vista la carenza d’organico pari al 10%) di mandare in pensione 500 giudici in anticipo (senza bandire nuovi concorsi), salvo poi prorogarne 18 che son quelli che gli interessano…
E la riforma Penale , con relativa revisione della prescrizione ? Giace da due anni nei cassetti del Senato.
Non va meglio sul fronte delle forze dell’ordine , visto che il capo della polizia, Gabrielli, denuncia carenza d’organico pari al 15% delle necessità per garantire sicurezza ai cittadini .
Ma in non tutte le città è così: eccedenze di organico si riscontrano “sotto casa” di ministri e sottosegretari, cioè dove i vari Alfano, Maroni etc. sono residenti.
Bene ! Sarà più facile il pronto intervento per andarli a prendere…..!!
(Nel frattempo, voi continuate a votarli..!)

PAROLE “MAGICHE” A CONFRONTO

Secondo una recente indagine McKinsey, dal 2005 al 2015 i redditi in Italia sono fermi o diminuiti per il 97% degli italiani. Inoltre, dal 2002 ad oggi il potere d’acquisto è diminuito del 26%.
Al polo opposto, in Svezia, il 20% dei redditi risultano fermi mentre per l’80% c’è stato un aumento costante.
Ma lì c’è una parola “magica”: Sindacati, che condividono il valore del lavoro con le imprese e il Governo.
Qui , invece, la parola magica è: Sindacati inesistenti e Partiti con dirigenze incapaci che qualcuno (o perché fa parte del 3% o perché masochista) continua a votare…!

IL MI(NI)STERO DELLE POST-VERITA’

Poiché la casta non può ammettere di stare sulle palle al cittadino medio, da la colpa alle bufale della Rete e ipotizza quindi di controllare il web (come già fa per giornalai e Tv).
Proprio come in “1984” di Orwell , il Ministero della Verità che serviva a propagandare bugie…
Peccato che lorsignori dovrebbero sapere che l’informazione falsa sia già sanzionata giuridicamente e il pensiero critico normato (art. 21 della Carta).
Quanto invece alla disinformazione (che sfocia in propaganda per gli stupidi e webeti) , l’antidoto è il pluralismo informativo e la discussione pubblica, oggi ancor più garantita proprio da ciò che s’intenderebbe controllare, i socialnetwork !
E’ vero che le bufale in Rete ci sono, ma hanno le gambe molto più corte di quelle (che sò) del cedimento strutturale del DC9 di Ustica…
E se proprio riuscissero a fotterci, censurando le verità che non gli piacciono (ribattezzate “post-verità”), come scusa autoconsolatoria delle loro politiche demenziali, sarebbe la loro morte definitiva.
Quindi, provateci !