Archivi categoria: Ambiente

UN MONDO ALLA ROVESCIA

Ieri sera si è svolto il CONSIGLIO DI ISTITUTO al quale ho assistito parzialmente …. purtroppo avrei voluto esserci quando, parlando di quanto accaduto nei giorni scorsi nelle nostre scuole a seguito delle piogge, l’intero Consiglio (ad eccezione di alcuni membri) manifestava il proprio disappunto per le foto circolate sui social, pochi minuti dopo l’ingresso dei genitori, degli insegnanti e del personale ATA che, anziché dare una mano ad asciugare e pulire si preoccupava di postare le foto su FB, ma soprattutto avrei voluto esserci quando, alcuni membri, affermavano che sono cose che possono capitare, perché la colpa delle infiltrazioni è da attribuire ai palloni ed alle foglie che hanno ostruito i canali di scarico e che tra l’altro in via Dei Caduti, a complicare la situazione, ci si è messo un giunto, dal quale l’acqua è percolata.
Pazzesco, in un MONDO NORMALE ci si lamenterebbe con il proprietario dell’immobile o con chi doveva fare le manutenzioni oppure con chi aveva progettato, realizzato e collaudato i lavori eseguiti un anno fa e che non si era accorto dell’esistenza di un giunto, (probabilmente presente in quella scuola dall’alba dei tempi); ma mi chiedo …. se fosse successo a casa loro si sarebbero lamentati? secondo me si e probabilmente qualcuno di loro sarebbe andato anche dall’avvocato per far valere i propri diritti!!! …. ma trattandosi della scuola pubblica di proprietà del Comune … questo non si può fare … o meglio non si deve fare, non si sa mai …. meglio non parlare male dell’Amministrazione che, non dimenticatelo, elargisce contributi per il diritto allo studio. Questo, per me, è un MONDO che va alla ROVESCIA, ci si scaglia contro quel genitore, che ha il tempo di fare una foto e postarla e non ha il tempo di fermarsi a pulire, oppure si urla contro le bidelle che, nell’attesa del sopralluogo dei tecnici del Comune, non si attivano immediatamente per asciugare !! … cosa c’entrano genitori e bidelli in questa storia? o forse era meglio che i genitori non vedessero quanto accaduto? e quindi era giusto arrabbiarsi con chi postava le foto e con chi non puliva ed asciugava?
Mi permetto di far presente ai Membri del CDI che in Matteotti è crollato un controsoffitto!!!… Sapete quanto pesa una lastra di controsoffitto? Sapete cosa poteva succedere se fosse caduto in testa ad una insegnante o peggio ancora ad un bambino? … e voi Vi indignate delle foto su FB, ma state scherzando?
Qui non si tratta di far politica, si tratta di avere il coraggio di chiamare le cose con il proprio nome e di attribuire le responsabilità a chi sbaglia … io credo che lo sappia anche un bambino che gli scarichi dei pluviali vanno protetti con delle griglie antifoglie e che gli immobili vanno manutentati, anche perché, il nostro Sindaco, venerato dalla cittadinanza come si venera una divinità, tra le Sue mille doti, non ha (ancora) quella di sospendere l’alternanza delle stagioni e quindi le foglie cadranno sempre dagli alberi ed il vento le farà sempre volare!!!!
Ma forse sbaglio io a lamentarmi ed a pensarla in questo modo …… d’altronde in una nazione in cui gli indagati rimangono al loro posto e chi denuncia il reato viene rimosso dall’incarico è normale che ad Assago, se piove nelle Scuole, non ci si arrabbi con il Sindaco e con la Sua Amministrazione ma con chi posta le foto e con chi non pulisce per tempo!!! …. povera Italia!!

Qual è la situazione attuale delle rogge assaghesi

Le rogge di Assago sono state per molto tempo nelle condizioni che ogni cittadino assaghese conosce bene.

Da circa 3 anni, ci siamo pesantemente attivati per il miglioramento di tale situazione ottenendo dei buoni risultati e coinvolgendo l’opinione pubblica.

I due casi principe sono la roggia Corio e la roggia Brianzona.

– La prima, dopo i recenti lavori, è tornata ad una situazione accettabile, almeno a livello visivo e olfattivo, ma è nuovamente salita alle cronache per un progetto di copertura in ottica ciclopedonale.
Ci siamo già attivati e analizzeremo i documenti relativi al progetto, con l’obiettivo di trovare alternative alla copertura di un ecosistema.

– La seconda, pur mantenendo sponde di certo non in condizioni ottimali, presenta adesso acque limpide e verrà probabilmente interessata da altri lavori. La situazione non rispetta ancora i nostri standard e ci siamo mossi per ottenere la pulizia degli argini e la ristrutturazione delle canalizzazioni a scavalco.

Alcuni degli ultimi documenti consegnati:

Davide Gelmini

Copertura roggia Corio: chiederemo le carte

A seguito delle recenti notizie relative alla copertura di un tratto della roggia Corio, abbiamo aperto una petizione al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e abbiamo richiesto le motivazioni alla base di tale decisione.

Questa è stata la risposta arrivataci dall’Area edilizia pubblica e ambiente:

“Le motivazioni riguardano nuove esigenze progettuali la sicurezza della mobilità sostenibile comunale e sovracomunale. Il tratto è inserito nella rete ciclopedonale particolarmente utilizzata per gli spostamenti casa-lavoro nell’area tra Rozzano – Assago e Buccinasco – Corsico e l’alveo è caratterizzato da una particolare situazione di criticità. La copertura nell’ambito della programmazione del completamento della rete ciclopedonale, permetterebbe altresì di evitare l’abbattimento di circa 10 acere ultra trentennali di particolare pregio.”

Nessuno è contro le piste ciclabili, ma chiederemo l’accesso alla documentazione per studiare ipotesi alternative ed evitare il sotterramento di un ecosistema, anche al fine di poter continuare a monitorare un’area che recentemente è tornata, grazie a tanto lavoro, ad uno stato naturale. Chiederemo anche il parere di eventuali enti interessati.

Davide Gelmini

Roggia Brianzona: arrivate le informazioni richieste

Qualche settimana fa abbiamo presentato delle richieste di accesso ad informazioni ambientali circa la roggia Brianzona, ormai famosa a livello locale.

Siamo quindi lieti di comunicarvi quanto appreso.

La proprietà della roggia risulta essere della soc. AgriOr , di Milano, che si occupa anche della gestione del corso d’acqua.

Il monitoraggio di questa non rientra, quindi, tra le attività che concorrono a formare il servizio idrico integrato da parte del Gruppo CAP che, comunque, eseguirà a breve una serie di interventi. Tra questi “il rifacimento di tratto fognario con aumento diametro tubazione per chiusura sfioro adiacente in roggia Brianzona, in comune di Assago loc. Cascina Bazzana Superiore”.
Nel corso del 2016 sono anche stati installati dei sistemi di monitoraggio in continuo degli sfiori e ne verranno installati altri.

Amiacque, a fronte di una segnalazione, è intervenuta sull’attivazione di uno sfioro con recapito sulla roggia Brianzona, sito in via Indipendenza a Buccinasco, risolvendo la criticità.

A breve chiederemo informazioni anche in merito ad interventi sulla canalizzazione a scavalco della roggia sul cavo Borromeo, sulla canalizzazione a scavalco della roggia Bordona sulla Brianzona e circa la pulizia delle sponde all’ingresso del Parco Agricolo.

Davide Gelmini

ENNESIMO ALBERO CADUTO IN VIA DEL PARCO

Ieri sera, intorno alle 22, in Via del Parco è caduto l’ennesimo albero.

Per alcune ore la strada è rimasta chiusa e nessun residente della via poteva uscire o rientrare a casa con la propia macchina.

Solo dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco si è tornati alla normalità.

Non è la prima volta che ciò accade ma d’altronde cosa si può pretendere da un’amministrazione che si è completamente dimenticata di questa zona del paese.

Il manto stradale è usurato e ogni volta che piove si formano nuove buche.

Il lavaggio avviene sporadicamente e non di certo due volte alla settimana come previsto.

La via viene utilizzata, a qualsiasi ora del giorno, da coppie che si appartano per fare i loro comodi.

L’illuminazione è insufficiente.

La cura del verde si limita al solo taglio dell’erba ma non viene fatto un controllo sullo stato degli alberi e la conseguenza è che in pochi anni ne sono caduti già tre.

Solo il caso ha voluto che nessuno si sia ancora fatto male.

Io oggi mi sento un cittadino di serie B e per questo ringrazio il sindaco e tutta la sua maggioranza.

Roberto Murolo

 

 

I progetti di Assago per Camminando sull’acqua Terre fertili

Sul sito internet camminandosullacqua.com troviamo scritto che Assago fa parte del progetto Camminando sull’acqua Terre fertili, nato nel 2009, con i comuni di Zibido San Giacomo, Gaggiano, Basiglio, Lacchiarella, Buccinasco, Noviglio, Trezzano sul Naviglio, Vernate e Rosate. Questo progetto ha tra i vari ambiti di intervento:

mobilità sostenibile: per realizzare percorsi ciclopedonali e interscambi.

– natura e ambiente: per riqualificare e mettere a sistema aree di carattere naturalistico.”
(http://www.camminandosullacqua.com/cosa_camminando_acqua/storia_obiettivi.html)

Sempre sul sito, possiamo leggere: “I progetti che compongono il PIA hanno ottenuto un cofinanziamento regionale di 4.077.515,86 €. L’ammontare complessivo delle risorse è di 10.105.008,77 € (comprensivo delle Azioni di sistema).” Troviamo anche un elenco dei progetti presentati per comune: Zibido San Giacomo, Basiglio, Buccinasco, Gaggiano, Noviglio, Rosate, Trezzano, Vernate. (http://www.camminandosullacqua.com/progetti/index.html)

Vorrei capire come mai manchi Assago? Non avrebbe bisogno di questo genere di interventi?

Davide Gelmini

I pesci del cavo Borromeo

Giovedì,  all’ingresso del Parco Agricolo in via Matteotti, ho trovato un pesce morto e altri boccheggianti in una pozza che si è creata sul letto in secca del cavo Borromeo, sotto allo scavalco della roggia Brianzona.





Questa era lo stato della roggia Brianzona il giorno stesso:

Ho segnalato ad ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente), Polizia locale e Area edilizia pubblica e ambiente.

Ricordo che a pochi metri di distanza, a gennaio, era stato trovato un airone morto.
http://www.assagoincomune.it/2017/01/30/parco-agricolo-trovato-animale-morto/

Davide Gelmini

 

(Video) Segnalate al comune discariche, roghi e acque bianche vicino alla cascina Venina – Assago

Oggi mi sono recato sull’alzaia pavese, nei pressi della cascina Venina.
https://www.google.it/maps/place/45%C2%B024’27.9%22N+9%C2%B009’30.3%22E/@45.4086344,9.1506484,1067m/data=!3m1!1e3!4m5!3m4!1s0x0:0x0!8m2!3d45.407736!4d9.158414

Questo è quello che ho trovato:

Il tutto è stato segnalato all’ Area Edilizia Pubblica e Ambiente.

Davide Gelmini

(Video) Le discariche di via San Marchetto

Circa due settimane fa, ho segnalato le discariche e le tracce di roghi di via San Marchetto. (qua i dettagli: http://www.assagoincomune.it/2017/01/04/segnalate-al-comune-le-discariche-e-le-tracce-di-roghi-di-via-san-marchetto/)

A poco distanza troviamo il quartiere Bazzana di Assago:
https://www.google.it/maps/place/Via+S.+Marchetto,+20142+Milano/@45.4152181,9.1364752,1796m/data=!3m1!1e3!4m5!3m4!1s0x4786c30c93ac62f9:0x5369ad18043a213d!8m2!3d45.4186066!4d9.144903

Questa era la situazione qualche giorno fa:

Non in via san marchetto, ma più vicino alla Bazzana ho trovato questo:

Davide Gelmini

Segnalate al Comune le discariche e le tracce di roghi di via San Marchetto

Qualche giorno fa mi sono incamminato per via San Marchetto, a poche centinaia di metri dal nuovo quartiere della Bazzana.

Lungo il mio percorso, ho trovato una serie di discariche abusive con quelli che presumo siano tracce di roghi (perlomeno, in alcuni casi).



Vista la vicinanza del centro abitato, ho provveduto a segnalare il fatto al comune di Assago tramite mail.

Questa è stata la risposta ricevuta il giorno dopo la segnalazione:

grazie per la segnalazione

le confermo che il luogo da lei indicato, dove si trovano i rifiuti depositati abusivamente, è territorio di Milano. Per eventuali casi futuri le rammento che tutta la Via San Marchetto è territorio del Comune di Milano.

Come avviene sempre in questi casi, sarà ns. cura inoltrare la sua segnalazione all’Ufficio Ambiente del Comune di Milano.

Grazie

Area Edilizia Pubblica e Ambiente

Comune di Assago

Città Metropolitana di Milano

Ci tengo a ringraziare personalmente la dipendente comunale per la cortesia e per la celerità nella risposta.

Mi auguro che, a questo punto, il comune di Milano provveda nel minor tempo possibile alla pulizia e al controllo quotidiano dell’area e che il comune di Assago si attivi affinché i tempi siano brevi.

Davide Gelmini