GRAZIANO MUSELLA????

Nella giornata di ieri diverse testate giornalistiche (Repubblica, Il Corriere della Sera, ecc.) hanno dato notizia sulle proprie pagine web dei risultati dell’indagine del Procuratore aggiunto Ida Boccassini e del PM Paolo Storari, in merito alle infiltrazioni del clan catanese “Laudani” nella Società di vigilantes che lavora al Tribunale di Milano e con la catena dei supermercati Lidl, che ha portato agli arresti di funzionari comunali ed imprenditori.

Leggendo i vari articoli, ho notato che un filone di indagine riguarda Orazio Elia e Domenico Palmieri, accusati di essere il tramite fra i referenti (prestanome) del clan Laudani ed una serie di esponenti di pubbliche amministrazioni.

Fra i presunti contatti presenti nell’ordinanza e riportati negli articoli giornalistici ho trovato:

  • ALBA PICCOLO, del Settore Servizi Generali del Comune di Milano,
  • ANGELO DI LAURO, Consigliere Comunale di Cinisello Balsamo,
  • FRANCO D’ALFONSO, Consigliere Comunale di Milano e
  • GRAZIANO MUSELLA, Sindaco di Assago,

si avete capito bene, proprio il nostro Sindaco.

Premesso che dalla lettura dei suddetti articoli non si comprende molto bene il contesto per il quale viene citato il nome del nostro primo cittadino, da Consigliere Comunale di minoranza, onde evitare facili speculazioni nei suoi confronti e per tutelare il nome del Comune di Assago, domattina presenterò una INTERROGAZIONE per avere chiarimenti in Consiglio Comunale  dal Sindaco GRAZIANO MUSELLA.

Vi terrò aggiornati sui futuri sviluppi.

Maurizio Lo Presti

M5S ASSAGO

 

 

 

SAPETE COME SPENDONO I VOSTRI SOLDI?

In queste settimane ho dovuto studiare il BILANCIO del nostro Comune per poter presentare entro il 20.03.2017 gli EMENDAMENTI.

Non so quanti di Voi sanno cosa sia un emendamento …. Ve lo spiego brevemente. Tecnicamente, prima di approvare il Bilancio in Consiglio Comunale, il documento viene inviato ai gruppi di minoranza, i quali possono proporre delle variazioni.

Per preparare gli emendamenti ho tenuto in considerazione le richieste che mi sono pervenute dai nostri concittadini relativamente ai seguenti punti:

  • SICUREZZA
  • SCUOLA
  • GIOVANI
  • INQUINAMENTO ROGGE

Per farlo ho dovuto studiare non solo il BILANCIO ma anche il DUP (DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE), nel quale si trovano le varie MISSIONI nelle quali gli amministratori comunali, impegnano i nostri soldi. Questo passaggio è molto importante in quanto sentiamo spesso dire dai nostri politici che …… non ci sono i soldi ….. ci sono i vincoli …… c’è, anzi c’era, il patto di stabilità … ecc. ecc.

In realtà, dovete sapere bene che tutti questi limiti sono veri fino ad un certo punto, in quanto vengono sempre dopo che un amministratore, un assessore, decide di sua iniziativa dove stanziare i nostri soldi, in quale MISSIONE impegnarli.

Leggendo il riassunto degli impegni di spesa MISSIONE X MISSIONE, che Vi allego di seguito, ne scoprirete delle belle, vedrete, infatti, che alle PAROLE dei nostri AMMINISTRATORI spesso non corrispondono i FATTI.

Scoprirete che, nonostante un BILANCIO annuale di circa 10.000.000 di euro, spesso non ci sono soldi:

  • per pagare le insegnanti di inglese madre lingua o quelle di motoria
  • per comprare una stampante per la scuola
  • per fare qualcosa di costruttivo per i giovani (info point, wi fe libero, centro giovani, ecc.)
  • per aumentare il livello della nostra sicurezza
  • per eliminare definitivamente il problema dei riversamenti fognari nelle nostre rogge.

Certo, qualcuno potrebbe obiettare che i soldi sono tanti ma che non bastano per fare tutto ….  perché comunque ….. la coperta è sempre mezza corta….

Questo sarebbe vero se i nostri AMMINISTRATORI non avessero deciso di utilizzare € 550.000 per RIQUALIFICARE LARGO PADRE PIO…. si avete capito bene più di mezzo milione di euro per riqualificare una piazza, comunque in buono stato di conservazione  ed in ordine.

Purtroppo non ho fatto in tempo a fare un emendamento per chiedere di non spendere questi soldi in quanto nel mese di Febbraio si è chiusa la gara per l’appalto dei lavori e pertanto ormai questi nostri soldi sono già stati impegnati.

Un altro aspetto che voglio evidenziarVi è quello relativo alla MISSIONE 6, dove potete trovare i pochi soldi che la nostra Amministrazione stanzia per i GIOVANNI, nonostante le promesse elettorali che, qui di seguito, Vi allego affinché possiate verificare direttamente con i Vostri occhi se alle PAROLE corrispondono i FATTI.

Concludo riassumendoVi gli EMENDAMENTI presentati.

In sostanza ho chiesto di ridurre gli stanziamenti della:

  • MISSIONE 5, relativa alle ATTIVITA’ CULTURALI E INTERVENTI DIVERSI NEL SETTORE CULTURALE per la quale il Comune ha stanziato, nel triennio 2017-2019, € 924.402
  • MISSIONE 10 inerente al TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, dove sono stati impegnati dal Comune, per il triennio 2017-2019, € 1.551.978

ed aumentare gli impegni di spesa per le seguenti MISSIONI:

  • la 3 – per implementare il SISTEMA INTEGRATO DI SICUREZZA URBANA ed attuare quanto da noi proposto nell’ultimo Consiglio Comunale in merito al PIANO INTEGRATO PER LA SICUREZZA.
  • la 4 – per finanziare l’acquisto di attrezzature, anche tecnologiche, per le nostre scuole e per garantire i corsi di inglese e di motoria, ogni anno, senza l’intervento economico dei genitori.
  • la 6 – per consentire l’attuazione di quanto promesso proprio dalla GIUNTA MUSELLA ai GIOVANI, durante la campagna elettorale.
  • la 9 – per attivare un sistema di verifica ed ispezione dei sistemi di smaltimento delle acque reflue delle utenze civili ed industriali presenti sul territorio comunale soprattutto in riferimento alle zone dove sono evidenti i riversamenti fognari nelle rogge e nei cavi.

Non so se questi EMENDAMENTI verranno accolti, ma sono sicuro che leggendo questo articolo possiate valutare da soli la bontà delle scelte dei nostri AMMINISTRATORI.

A riveder le stelle ……..

Maurizio Lo Presti

Consigliere M5S Assago

 

COMITATO CITTADINO PER LA SICUREZZA – MOZIONE ACCOLTA

Martedì 28.02.2017, come molti sapranno, si è tenuto il Consiglio Comunale nel corso del quale si è discussa la nostra MOZIONE relativa alla richiesta di costituzione di un COMITATO CITTADINO PER LA SICUREZZA che possa lavorare sulla stesura di un PIANO INTEGRATO PER LA SICUREZZA.

Dopo più di un’ora di discussione la Mozione è stata ufficiosamente accolta, verrà ridiscussa al prossimo Consiglio Comunale per permettere ai capi gruppi (maggioranza e minoranza) di stendere un documento condiviso da votare all’unanimità.

Sono molto contento d questo risultato, ottenuto grazie anche a tutti i cittadini che partecipano attivamente ai GRUPPI SORVEGLIANZA DI QUARTIERE.

Questa è la dimostrazione che quando i cittadini si mobilitano tutti insieme ed un portavoce porta la loro voce dentro le istituzioni i risultati si ottengono.

Grazie di cuore a tutti.

 

COMITATO CITTADINO PER LA SICUREZZA

Nel corso degli anni, si sono succeduti diversi tentativi da parte di singoli cittadini o piccoli gruppi di sensibilizzare le varie amministrazioni comunali sul tema della nostra sicurezza, senza però che questo portasse ad interventi decisivi nella lotta al fenomeno.

Di recente, insieme a un certo numero di cittadini di Assago, ho creato ed organizzato 4 gruppi di Sorveglianza di Quartiere (APE, GALLO, CAVALLO, RANA) , sicuramente utili nelle segnalazioni e nel far crescere nella popolazione di Assago la consapevolezza verso questo fenomeno, tuttavia singole iniziative, per quanto lodevoli e a loro modo efficaci, credo non possono da sole rappresentare un valido deterrente al dilagare degli episodi di criminalità sul nostro territorio.

Durante una riunione dei gruppi di Sorveglianza di Quartiere, tenutasi il 08.04.2016, presso la Sala Castello, si sono raccolte le istanze e le proposte dei cittadini ed il giorno 09.09.2016, sempre nella Sala comunale, è stato illustrato e condiviso un documento da presentare all’Amministrazione Comunale per chiedere la creazione di un COMITATO CITTADINO PER LA SICUREZZA al fine di consentire la nascita di un PIANO INTEGRATO PER LA SICUREZZA che possa affrontare, insieme alle istituzioni preposte (Amministrazione Comunale, Polizia Locale e Forze dell’Ordine) il problema della microcriminalità.

In data 03.01.2017, ho presentato la mozione allegata, come portavoce dei cittadini aderenti all’iniziativa, invito tutti a partecipare al prossimo Consiglio Comunale dove verrà discussa ed eventualmente accolta la suddetta mozione.

Maurizio Lo Presti

Consigliere M5S Assago

CHIEDEREMO LE DIMISSIONI DI BURGAZZI

Come tutti ormai sapete nelle acque delle rogge di Assago è stata trovata la salmonella ed il Sindaco è stato costretto ad emettere una Ordinanza che vieta l’uso delle acque delle rogge interessate dalla contaminazione.

Il M5S presenterà a giorni una MOZIONE per chiedere le DIMISSIONI dell’ASSESSORE BURGAZZI che ignorando

• sia la SEGNALAZIONE DI INQUINAMENTO AMBIENTALE presentata dal sottoscritto al COMUNE (P.G. 0005632/15 del 07.04.2015)

• che l’INTERROGAZIONE N° 30 protocollata dal M5S il giorno 21.01.2016 avente per oggetto SITUAZIONE ROGGE ASSAGO – FOGNATURE – DEPURATORE e discussa in Consiglio Comunale il 23.03.2016,

ha messo in pericolo la salute dei cittadini assaghesi, nonostante fosse stato informato dei fatti dai summenzionati documenti.

Lascio a Voi ogni commento sull’operato dell’Amministrazione Comunale.

Maurizio Lo Presti

Consigliere M5S

RICHIESTA_CARTELLI_SALMONELLA-001

LA FARSA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ASSAGO

Mercoledì sera ho partecipato all’ennesima farsa del CONSIGLIO COMUNALE DI ASSAGO.

Si, avete capito bene, il Consiglio, principale luogo istituzionale collegiale a livello locale, preposto all’approvazione dei bilanci e soprattutto al controllo politico degli organi esecutivi comunali (sindaco, giunta comunale, ecc.), ad ASSAGO è diventato una FARSA.

La farsa, è un genere di opera teatrale basata su personaggi e situazioni stravaganti dove storie di vita quotidiana vengono raccontate con un certo realismo  ma sempre declinate in modo grottesco.

Questo è quello a cui ha assistito mercoledì sera il pubblico presente in sala. Molti, soprattutto i muselliani doc, potrebbero sostenere che il principale attore della serata sia stato il Consigliere di minoranza del M5S ….. può essere ….. ma la regia del SINDACO e la sceneggiatura dell’ASSESSORE BURGAZZI, ve lo assicuro, sono state davvero superlative.

Chi si fosse perso la serata, visto che le videoriprese sono ancora vietate dal nostro sindaco, potrà leggere di seguito un breve riassunto dei principali momenti dello spettacolo.

PRIMO ATTO: FOGNA A KM “0”

Nel primo atto quel biricchino del CONSIGLIERE M5S ha esordito ringraziando l’Amministrazione per aver concesso per decenni agli amici degli amici di scaricare la propria “m…….” nelle rogge comunali, senza denunciarli ma soprattutto portando ad Assago il primo esempio di FOGNA a KM “0”.

Subito, il mattacchione dell’ASSESSORE BURGAZZI, offeso nel suo animo ambientalista ed ecologista, si è difeso accusando il GRILLINO di essere solamente, come ogni esponente di minoranza, un GRILLO PARLANTE che parla parla e fa pochi fatti, mentre lui, come tutti gli esponenti della maggioranza, in qualità di pubblico ufficiale se fosse stato a conoscenza di una simile illegalità avrebbe, altro che difeso gli amici degli amici, li avrebbe denunciati alla Procura della Repubblica.

Dopo aver sentito la risposta del “BRAVO” BURGAZZI, il GRILLINO, gioca il jolly, e tira fuori una lettera del CAP dove si parla chiaramente di uno scarico abusivo di fognatura nel CAVO CORIO da parte di un’attività commerciale sita, guarda caso, nel COMUNE DI ASSAGO ed invita tutti i CONSIGLIERI COMUNALI, in qualità di PUBBLICI UFFICIALI, a ritrovarsi l’indomani mattina alle 8 davanti alla PROCURA DELLA REPUBBLICA per fare quanto lui, molto GRILLINO e poco GRILLO PARLANTE, ha già fatto qualche settimana prima ….. presentare un ESPOSTO PER DANNO AMBIENTALE ….. affinché la PROCURA possa accertare eventuali reati penali da parte di qualche amico degli amici.

Ma nella FARSA si sa …. si può dire tutto ed il contrario di tutto …. ed il “BRAVO” BURGAZZI, nonostante avesse esordito accusando il GRILLINO di parlare soltanto e di essere pronto a denunciare gli amici degli amici se solo avesse avuto le prove, con grande nonchalance declina l’invito dichiarando di essere già impegnato non solo per le 8 dell’indomani mattina ma anche per i prossimi 80 anni.

SECONDO ATTO: QUESTI BOX S’HANNO DA FA’

Dopo l’intervallo, necessario ai “BRAVI” assessori musselliani per riprendersi dagli attacchi MALEDUCATI del GRILLINO, inizia il SECONDO ATTO.

L’argomento, sempre introdotto dal CONSIGLIERE M5S, riguarda questa volta un altro elemento naturale, si tratta, infatti, non più dell’acqua delle rogge ma del SUOLO e del sottosuolo di Assago. Il GRILLINO, si congratula da subito con la MAGGIORANZA per essere riuscita, nonostante le NUMEROSE ILLEGALITA’ perpetuate durante l’ITER del BANDO DEI BOX, a rilasciare il PERMESSO DI COSTRUIRE per consentire alla G&G di scavare e realizzare questi attesissimi box interrati.

  • Non è bastato, infatti, fare un BANDO privo dei principali elementi giuridici necessari per concedere ad un privato in uso un’area comunale.
  • Non è bastato fare il BANDO ad immagine e somiglianza di due aziende che hanno utilizzato lo stesso studio di progettazione o meglio due collaboratori dello stesso studio di progettazione.
  • Non è bastato indire il BANDO fra il 31 di Luglio ed il 10 Settembre del 2014 quando anche le menti pensanti sono attratte più dalla frescura marina che dalla calura degli uffici comunali.
  • Non è bastato far vincere il BANDO a chi il progetto lo aveva preparato diversi mesi prima del 31 Luglio e non era in possesso dei requisiti minimi richiesti.
  • Non è bastato non verificare i documenti presentati dalla G&G all’atto di presentazione del PERMESSO DI COSTRUIRE (manca la dimostrazione del raggiungimento del 60% delle prenotazioni).

Tutto questo non è bastato ed infatti ci ha pensato la nostra Amministrazione, prima di rilasciare il TITOLO AUTORIZZATIVO, a stipulare una CONVENZIONE ad HOC, completamente diversa da quella presente nel BANDO, modificata in diversi articoli con il solo scopo di tutelare l’interesse del privato e non quelli pubblici.

Dopo le solite MALEDUCATE accuse del GRILLINO LO PRESTI, la parola passa al “BRAVO” ASSESSORE BURGAZZI che, balbettando e cercando conforto negli occhi del regista MUSELLA, afferma ….. QUESTI BOX S’HANNO DA FA’!

Questo è il CONSIGLIO COMUNALE di ASSAGO …… speriamo che “L’INVERNO ARRIVI PRESTO”!!!

Maurizio Lo Presti

Consigliere M5S Assago

AD ASSAGO FOGNA A KM O

L’Amministrazione Comunale assaghese si è sempre contraddistinta per essere molto attenta al rispetto dell’ambiente e della natura e, da subito, ho avuto modo di verificarlo soprattutto quando, nel 2015, dopo qualche mese dal mio ingresso in Consiglio Comunale, ho presentato due interrogazioni, entrambi bocciate, una per la TARIFFA PUNTUALE ed una sull’adozione della STRATEGIA RIFIUTI ZERO, ma negli ultimi mesi, la Giunta, si è superata ho scoperto, infatti, che ASSAGO è il primo Comune lombardo anzi italiano dove si pratica l’innovativa STRATEGIA della FOGNA A KM 0.

Si avete capito bene, anche questa volta, l’Amministrazione Comunale è arrivata per prima, il nostro bellissimo Paese può dire di essere la prima città dove si RICICLA la FOGNA, qui ad ASSAGO non gettiamo nulla, la FOGNA ce la riportiamo a CASA.

Penserete che stia esagerando e che come sempre il M5S fa dell’inutile allarmismo, ma, se avete pazienza e voglia, Vi racconto quanto ho scoperto grazie anche all’aiuto dell’ASSOCIAZIONE OCCHI APERTI di ROZZANO ed all’amico TONY BRUSON, membro dell’Associazione.

Nel mese di Aprile del 2015, su segnalazione di OCCHI APERTI che avevano denunciato una ingente moria di pesci nei territori a sud di Assago, abbiamo constatato che nelle nostre ROGGE scorrevano acque maleodoranti e di colore poco rassicurante e che in alcuni giorni, soprattutto, in corrispondenza dei week end le acque che uscivano dal DEPURATORE DI ASSAGO erano poco depurate.

A questo punto, abbiamo presentato un ESPOSTO al COMUNE ed uno all’ARPA per cercare di capire cosa stesse succedendo.

esposto-001esposto-002esposto-003esposto-004esposto-005esposto-006esposto-007

 

Il Comune, ad oggi, non ha ancora risposto, mentre ARPA, mi ha contattato telefonicamente ed ha eseguito un sopralluogo, senza rilevare particolari problematiche ma chiedendomi di continuare a monitorare il territorio e a denunciare celermente eventuali altre anomalie.

Dopo diversi mesi di calma e tranquillità, nel mese di NOVEMBRE il problema si è ripresentato soprattutto in corrispondenza dell’incrocio fra via VERDI e via SICILIA, dove la ROGGIA ha iniziato ad avere riversamenti di FOGNA, abbiamo quindi, per diverse settimane, richiesto l’intervento del PRONTO INTERVENTO DI AMIACQUE, gestore della FOGNATURA comunale, che ha provveduto ad eseguire lo spurgo della FOGNA al fine di arginare i riversamenti. Durante l’ispezione dei tecnici abbiamo verificato che dalla fognatura fuoriuscivano anche stracci utilizzati nelle lavorazioni industriali e che il tratto della fogna lungo la via Verdi aveva dei punti ostruiti probabilmente dalla presenza delle radici degli alberi presenti lungo la strada.

Purtroppo, nonostante l’intervento di AMIACQUE, la situazione a Gennaio non è migliorata ed i riversamenti sono continuati così come le acque poco depurate sono state riversate nel CAVO CORIO.

A questo punto, insieme ad OCCHI APERTI ed ai tecnici di AMIACQUE, abbiamo cercato di capire quale fosse il problema e finalmente abbiamo scoperto che, purtroppo, non ci sbagliavamo il problema esiste ed è grave… ad ASSAGO alcuni aziende/privati hanno allacciato la propria FOGNA abusivamente alla ROGGIA. 

Si avete compreso bene, parte della nostra fogna viene riversata nelle rogge, le stesse rogge dalle quali i contadini prelevano l’acqua per irrigare i campi e le risaie dove viene coltivato il riso che a “KM 0” andiamo a comprarci nelle nostre vicine fattorie.

Ma in tutta questa storia il Comune cosa ha fatto?

Nulla, infatti, non solo non ha dato riscontro al mio ESPOSTO/SEGNALAZIONE ma non ha neanche risposto alle richieste di chiarimenti fatte da OCCHI APERTI e quando, nella seduta del 30 Novembre 2015, durante l’approvazione delle variazioni di bilancio, ho chiesto che una parte dei soldi messi a bilancio venissero spesi per la manutenzione straordinaria della fognatura, l’intero Consiglio Comunale, maggioranza ed opposizione (PD) mi hanno risposto che la manutenzione è in mano ad AMIACQUE.

Dunque ricapitoliamo

  1. Ad ASSAGO qualcuno, probabilmente nella zona industriale, scarica la propria FOGNATURA direttamente nella ROGGIA
  2. Il DEPURATORE, oggetto di interventi di RISTRUTTURAZIONE da più di un anno, ogni tanto, per cause non note e certe (pare che spesso subiscano furti di cavi elettrici)  non depuri al 100% le acque che vengono riversate nel CAVO CORIO
  3. I contadini del nostro territorio utilizzano le ACQUE delle ROGGE per IRRIGARE campi e RISAIE.
  4. Il COMUNE DI ASSAGO di tutta questa storia, ormai in essere da mesi e mesi, non fa e non sa nulla e l’unica cosa che sa ufficialmente dire in un Consiglio Comunale è:
  • Non ci risulta che tu abbia fatto un ESPOSTO
  • La manutenzione della FOGNATURA non è di nostra competenza ma dipende dal GESTORE AMIACQUE.

Grazie mille cari AMMINISTRATORI  per aver contribuito a portare ad ASSAGO la FOGNA a KM 0…. Grazie, grazie di cuore da parte nostra e dei nostri figli.

 

A questo punto l’articolo sarebbe stato completo e pubblicato ma, venerdì 22 Gennaio, sono stato contattato dal Comune che mi ha invitato ad una visita guidata nel DEPURATORE organizzato dal CAP, per spiegare i lavori in corso e la situazione della FOGNA.

A parte la strana coincidenza dell’organizzazione dell’evento solo dopo il “tam tam mediatico degli ultimi mesi” …. concludo l’articolo informando che per il CAP è tutto a posto!

  • l’acqua che depurano è perfetta e le analisi delle acque rispettano i parametri di legge
  • mentre per quanto riguarda la ROGGIA, pur non essendo di loro competenza, provvederanno a chiedere al Comune un declassamento della ROGGIA incriminata ed a farla diventare un condotto fognario,

e così come spesso capita in ITALIA, tutto rientra nei termini di legge e la colpa non è di nessuno!!!!

 

Speriamo che l’inverno arrivi presto

Maurizio Lo Presti

Consigliere M5S ASSAGO

 

 

AUGURI DI BUON NATALE DAL M5S ASSAGO

I miei personali AUGURI DI BUON NATALE al SINDACO MUSELLA ED AI SUOI ASSESSORI E CONSIGLIERI.

Maurizio Lo Presti

M5S ASSAGO

Scusate il ritardo …….. ma sono stato male ed ho pensato di dimettermi!!!!

Dove eravamo rimasti?

Un po’ di mesi fa Vi avevo parlato delle infiltrazioni nella nostra scuola di via Dei Caduti e di come,  appena ripresa l’attività di Consigliere, l’operato o meglio il “non operato” della Giunta Musella, aveva attirato la mia attenzione e quella di molti altri genitori “frequentatori” della classe blu della Scuola Materna.

Qualche settimana dopo, al primo Consiglio Comunale, post vacanziero, l’Amministrazione mi ha stupito con EFFETTI SPECIALI, ha reso LEGALE….. l’ILLEGALITA’, si avete capito bene!! Vi ricordate il Bando della Scuola dichiarato ILLEGITTIMO dal Segretario Comunale il 15 Luglio 2015?

Bene un normale cittadino che viva in un normale Paese di una normale Nazione si aspetta che un’Amministrazione normale, indipendentemente che sia di destra o di sinistra, annulli un Bando dichiarato ILLEGITTIMO dal suo Segretario Comunale, e bene NOOOO! Ad Assago un Bando assegnato allo Studio Guffanti ….non può essere annullato e pertanto cosa si è  inventata la Giunta assaghese?

Un colpo da maestro ….. l’ampliamento della Scuola, indipendentemente da come lo si faccia, ha un  interesse pubblico superiore ad ogni illegalità commessa, anche se accertata dal Comune stesso, tramite la sua più alta carica amministrativa, il SEGRETARIO COMUNALE!! Questo è quello che hanno risposto alla nostra INTERROGAZIONE!!

Bravi, Bravi  👏👏👏👏👏   complimenti davvero, un colpo da veri maestri…..  mi avete messo al tappeto …..KO secco!!

La sera sono andato a casa nauseato da quello che avevo sentito e la notte non ho dormito!!

Per qualche giorno sono stato male…… un male non fisico….. non so spiegarlo…. non riuscivo più a credere in quello che ho sempre creduto…. ed ho pensato di dimettermi ed arrendermi davanti a questi professionisti della politica…. capaci di ribaltare in vittoria anche una partita persa a tavolino!!!

La sera cercavo di recuperare il mio “credo” guardando gli interventi in parlamento di Di Maio e Di Battista, per trovare la forza di affrontare un nuovo Consiglio Comunale, di guardare nuovamente le loro facce “sorridenti” e di sopportare le loro menzogne mentre tutelano solo i loro interessi e non quelli dei cittadini.

Ho fatto molta fatica a riprendermi  ma poi pensando alle parole di Davigo…”gli onesti sono più dei disonesti”, ho deciso di continuare e lunedì 30 Novembre parteciperò al Consiglio Comunale, sperando che prima o poi la Magistratura si occupi anche di Assago.

Il Consigliere M5S

Maurizio Lo Presti