Lopresti rinuncia al gettone di presenza: piccola somma ma un grande segnale!

Il consigliere comunale Maurizio Lopresti rinuncia al suo gettone di presenza.

Dietro questo piccolo gesto si nasconde un grande significato: i soldi pubblici preferiamo usarli per altri scopi! Se anche fossero stati milioni di euro i soldi sarebbero rimasti comunque nelle casse del comune. Lo dimostrano i milioni di euro rinunciati dai parlamentari 5stelle.

gettoni di presenza

Colgo anche l’occasione per ricordare che noi non abbiamo ambizioni politiche e mi dispiace doverlo sempre ricordare.

L’unica nostra ambizione è che Assago venga amministrata bene, quindi, se gli amministratori volessero eliminare politicamente il 5stelle di Assago saprebbero già cosa fare.

Ma finché abbiamo le rogge inquinate da anni, vengono fatte promesse che poi non vengono mantenute,  l’area di via Volta non viene ancora bonificata, non si capiscono le reali intenzioni sui box interrati nonostante le ripetute proteste,  non vengono adeguatamente ristrutturate le scuole, non si prendono seri provvedimenti per aumentare la sicurezza con telecamere funzionanti, non viene data la possibilità di assistere ai consigli comunali attraverso streaming web…e tante altre cose che potete visualizzare all’interno di questo blog, credo che il 5stelle di Assago non solo non sparirà ma sarà sempre più influente!

noi come semplici cittadini e con le sole nostre disponibilità economiche abbiamo già ottenuto importanti risultati grazie all’unico strumento efficace: far sentire il fiato sul collo agli amministratori.

Inoltre partecipiamo attivamente a qualsiasi altro evento (organizzato anche da altri cittadini o altri partiti) che riteniamo sia giusto per il bene di Assago.

E siccome la nostra missione non è soltanto fare opposizione, vi invitiamo a partecipare anche a tante altre nostre iniziative tutte a servizio del nostro paese, ad esempio, la mappa interattiva di Assago o gli orari dei mezzi pubblici in realtime (ciascun cittadino può fare segnalazioni direttamente sulla mappa che saranno visualizzate anche dai nostri amministratori)

La Bazzana è ASSAGO!

Come molti di voi sapranno, oggi c’è stata una manifestazione (in realtà è stata una festa) nel quartiere Bazzana per protestare “provocatoriamente” contro le continue promesse non mantenute da parte dell’amministrazione comunale. In particolare contro la promessa non mantenuta del ponte ciclopedonale (chi volesse conoscere lo stato dell’arte può scrivere a info@assagoincomune.it).

Ringraziamo anzitutto i cittadini della Bazzana che grazie alla loro partecipazione hanno dato un senso a questa giornata.

E’ infatti soltanto grazie alla partecipazione di tutti che l’amministrazione comunale sente di avere gli occhi puntati! Questa è una delle armi che possiede il cittadino…unirsi ed esigere che gli impegni vengano rispettati.

Vi ricordiamo che il movimento 5 stelle ha organizzato a settembre  un incontro pubblico alla Bazzana; in quell’occasione abbiamo obbligato gli amministratori a prendersi le proprie responsabilità con altre promesse sotto gli occhi di tutti. All’incontro avevano partecipato infatti decine di persone. Sono sicuro che è grazie a quell’incontro che buona parte delle cose fatte quest’ anno siano andate a buon fine (anche se in ritardo). Eravamo in tanti e gli assessori hanno sentito il fiato sul collo!

Vi invitiamo quindi a partecipare numerosi agli incontri pubblici (esattamente come oggi)…soltanto in questo modo i nostri amministratori DIPENDENTI si sentono sotto osservazione!

PS: per chi non l’avesse ritirato, può richiedere (inviando una email a info@assagoincomune.it) il tag NFC relativo alla alla fermata del capolinea 353 della Bazzana in modo da conoscere il tempo di attesa dell’autobus comodamente sul proprio smartphone!

bazzanaTag

ALLARMISTI?? O BUGIARDI?? vogliamo parlare anche delle rogge?

Ieri sera, come tutti i cittadini assaghesi, ho trovato nella casella della posta un volantino dal titolo “allarmisti?? o bugiardi??” riguardante i lavori dei box privati.

Ma come si permette quest’amministrazione comunale di dare dell’allarmista o del bugiardo alle mamme che cercano di difendere i confini scolastici dei propri figli? come si permettono di dare dell’allarmista o del bugiardo a chi, con i propri mezzi, ha messo nero su bianco tutto ciò che non va bene in questa assurda storia dei box interrati?come si permettono di dare del bugiardo agli oltre 400 cittadini che hanno firmato la petizione?

A chi si rivolge quest’amministrazione quando dice che i lavori sono a costo zero? a degli idioti?

Io sinceramente mi sarei aspettato un passo indietro almeno di buon senso, oppure uno spirito più collaborativo. Non mi aspettavo invece un volantino che dichiari guerra a chi chiede spiegazioni.

E poi, non sarebbe stato più utile per le persone fare un volantino su cosa è successo alle nostre rogge? sarebbe stato bello vedere nella nostra posta un volantino con scritto “Le nostre rogge non si toccano! troveremo i responsabili!

Perchè si deve sapere che ad Assago, comune ricco e virtuoso, c’è stato chi scaricava “liquami” (fognatura) nelle nostre rogge e che quindi dovranno iniziare i lavori per  la messa in sicurezza.

Amministrazione comunale, informateci su questo…da quanto tempo si scaricavano liquami? chi sono i responsabili?

siamo certi che siete dalla parte dei cittadini e che ci invierete un bel volantino “costoso” con le risposte al problema delle rogge.

grazie ancora!

Amministrare una città è una cosa seria se non siete all’altezza lasciate fare ad altri…

Countdown delle promesse per il quartiere Bazzana

Ieri sera c’è stato un incontro pubblico, in prossimità della cascina Bazzana, per discutere in maniera ‘informale‘ sulle problematiche che ancora oggi affliggono il quartiere.

Con sorpresa anche degli organizzatori l’incontro è stato molto partecipato (almeno una sessantina di persone) e ciò non può che indicare il forte disagio che la comunità sta attraversando. Erano presenti anche le istituzioni con l’assessore Mario Burgazzi, il consigliere di minoranza Maurizio Lo Presti (M5S) ed il consigliere del PD Simona Piccolo.

I cittadini hanno potuto fare domande direttamente alle istituzioni e, dopo una pacata discussione tra le parti istituzionali, hanno ottenuto risposte; o meglio, hanno ottenuto le ennesime promesse.

Di seguito, oltre che elencare singolarmente le domande dei cittadini, ho deciso di mettere un countdown che indichi la scadenza della promessa. Saranno poi i cittadini a giudicare.
1. Apertura della strada dietro green village (PROMESSA MANTENUTA):
  • Apertura della strada già completa e percorribile solo da un lato (dietro Green Village, parallela Autostrada).
  • promessa: fine Ottobre 2015
2. Completamento strada Bazzana-Assago (statale 184):
  • Completamento strada collegamento Bazzana-Assago (Statale 184), completamento dell’illuminazione, completamento di aree verdi e pista ciclabile. Il comune si è impegnato ad uno sviluppo decoroso dell’area sistemando quanto dai residenti segnalato, ovvero:  piantumazione, semina delle aiuole rimaste incolte,  bonifica della zona dove ora è presente la casa dei gatti, bonifica della zona di cantiere di fronte al condominio, posizionamento cestini/panchine/strutture per affiggere manifesti
  • promessa: fine Dicembre 2015

PROMESSA NON MANTENUTA


3. Fermata Bus “352/”:
  • La fermata del Bus “352/” nel quartiere della Bazzana aiuterebbe i residenti ad essere più autonomi senza dover prendere obbligatoriamente l’automobile
  • promessa: fine Gennaio 2016

PROMESSA NON MANTENUTA

 

4. Ponte ciclo-pedonale per accesso alla M2:
  • Il Ponte ciclo-pedonale per l’accesso alla metropolitana M2 è una delle principali attese per i residenti. Consente il diretto accesso alla metropolitana senza inutili sprechi di tempo.
  • promessa: entro Giugno 2016

5. Posteggi:

  • Per risolvere la grave mancanza di posti auto verranno ricavati ulteriori posteggi intorno alle case dei residenti (oltre al posteggione di interscambio).
  • Linee gialle nei posteggi intorno alle case dedicati ai residenti di queste ultime. Importantissimo per non essere sommersi dai comuni limitrofi che verranno a prendere la metro e da chi va al forum.
  • Il posteggione di interscambio sarà a uso esclusivo degli assaghesi.

6. Parchi giochi bambini:

  • aprire il parco giochi comunale che pare sia utilizzato esclusivamente dal Green Village.
  • realizzazione di un parco giochi comunale vicino alla Velostazione dedicato a tutti i bambini dell’area.

come spendiamo i nostri soldi ad Assago?

In questo periodo di vacanza ho deciso di dedicare parte del mio tempo libero a servizio della comunità assaghese. In che modo? controllando tutte le spese sostenute dal comune di Assago esattamente come farebbe un buon padre di famiglia. Vi riporto solo alcune delle voci che mi hanno colpito.

L’immagine “in evidenza” riassume in linea generale le principali voci di spesa effettuate dal comune di Assago nell’anno 2014. I dati sono stati presi dal sito www.soldipubblici.gov.it e dalla sua evoluzione soldipubblici.thefool.it/.

Faccio una piccola premessa, il sistema informatico che pubblica le spese di tutti gli enti comunali potrebbe avere alcuni problemi di natura tecnica o burocratica. E’ possibile comunque fare delle valutazioni abbastanza significative sul modo in cui si spendono i soldi pubblici ad Assago. Qui il link di approfondimento dei problemi del sito governativo. Se c’è qualcuno che vuole dire la sua sulla veridicità dei dati può farlo senza alcun problema attraverso questo sito.

Per prima cosa vediamo quali sono le prime 5 voci di spesa:

La prima voce di spesa riguarda “altri beni immobili“. Secondo la descrizione di codicesiope.it tale spesa comprende anche opere di giardinaggio (com’era normale aspettarsi), oppure, spese che servono per ripristinare o aumentare il valore di un fabbricato (!!!???). Lasciando perdere, per il momento, il merito della voce; si deve sapere che la spesa pro capite (cioè, per ogni abitante) è di ben 265 euro nel 2014. La media nazionale su più di 8000 comuni è di 26 euro!

La seconda voce di spesa è il famosissimo “contratto di servizio per smaltimento rifiuti“. Per i rifiuti la spesa pro capite nel 2014 è di 190 euro. la media nazionale è di 139 euro sempre nel 2014. A Buccinasco è di 137 euro, a Rozzano di 185 euro, a Corsico di 84 euro, a Opera di 133 euro. Ho provato a cercare un comune limitrofo che spendesse di più in rifiuti ma non l’ho trovato.

la terza voce di spesa riguarda gli altri contratti di servizio, ovvero, acquisti di semplici servizi per garantire il funzionamento dell’ente. (informatizzazione delle procedure, pulizia ecc…). Per questa voce abbiamo speso nel 2014 ben 181 euro pro capite contro i 43 euro pro capite della media nazionale.

La quarta voce di spesa invece è bizzarra: trasferimenti in conto capitale a comuni. Perdonatemi ma…sinceramente non ho ancora capito cosa significhi. Si parla di erogazioni finanziarie a fini di investimento verso comuni. Se qualcuno dei lettori può spiegarmi meglio il tipo di spesa allora sarò felice. Si sappi solo che per questa voce abbiamo speso 177 euro pro capite nel 2014 contro lo 0,61 euro della media nazionale. Siamo tra i primi 15 comuni (su 8047) ad aver speso di più nel 2014.

La quinta voce sono le vie di comunicazione ed infrastrutture connesse: acquisizione e manutenzione strade, piste ciclabili, illuminazione…nel 2014 abbiamo speso 168 euro pro capite contro i 40 euro pro capite di media nazionale.

Guardando, poi, altre voci di spesa vorrei far notare che nel 2014 abbiamo speso ben 61.000 euro di oneri da sentenza sfavorevole (spese per aver perso cause giudiziarie). A luglio del 2015 siamo già a 82.000 euro. Forse c’è qualcosa che non va…aspettiamo risposte.

la voce di spesa Manutenzione ordinaria e riparazione di immobili corrisponde all’acquisto dei servizi per il mantenimento di immobili (strade, fabbricati) e degli impianti tecnologici. Per questa spesa siamo intorno ai 40 euro pro capite nel 2014. La media nazionale è di ben 12 euro.

Per la voce di spesa “indennità agli organi istituzionali” nel 2014 abbiamo speso più di 108.000 euro (circa 13 euro pro capite). A Catania e Palermo spendono invece 7 euro pro capite. A Corsico 7  e Buccinasco 5 euro pro capite. Persino Zibido San Giacomo (nonostante abbia meno abitanti di noi) ha speso meno: 12 euro pro capite.

In pubblicità abbiamo speso nel 2014 più di 23.000 euro. Circa 2,72 euro pro capite contro il 0,24 euro della media nazionale.

Per organizzazione e manifestazione convegni abbiamo speso nel 2014 quasi 13 euro pro capite contro i 3,10 della media nazionale.

Guardiamo ora alcune voci di spesa relative al sociale:

Trasferimenti correnti a famiglie siamo intorno ai 19 euro pro capite nel 2014 contro i 17 euro della media nazionale. Quindi, anche se non superiamo di molto la media nazionale, ci siamo.

Rette per ricovero in strutture per anziani/minori/handicap ed altri servizi connessi giriamo intorno ai 6 euro pro capite nel 2014 contro i 25 euro della media nazionale! A Corsico spendono invece 57,35 euro pro capite.

Insomma, il comune di Assago i soldi pare li spenda…spetta al cittadino giudicare se questi soldi sono spesi bene oppure no.

Se qualcuno volesse aggiungere altro…si accomodi.

 

 

Agenda Digitale Locale per il comune di Assago. Chi è d’accordo alzi la mano!

L’agenda Digitale Locale (ADL) è un piano strategico di un qualsiasi ente pubblico locale che ha come obiettivo la modernizzazione della sua infrastruttura informatica e la digitalizzazione dei servizi offerti per il bene dei cittadini e di tutta la comunità.

Download (PDF, 56KB)

L’agenda digitale locale trova ispirazione dall’agenda digitale europea e dall’agenda digitale italiana. Quest’ultima pone l’attenzione su 6 punti principali:

  1. infrastrutture e sicurezza
  2. identità digitali
  3. dati pubblici e condivisione
  4. competenze digitali
  5. amministrazione digitale
  6. comunità intelligenti

wiki

L’innovazione tecnologia è una strategia di medio-lungo periodo. Chi considera l’innovazione tecnologia come una spesa ha già sbagliato in partenza.

L’innovazione tecnologia (se fatta con criterio) ha come principale obiettivo la riduzione di tempi e costi dei processi operativi (o direzionali) di un ente pubblico (ma anche di un’impresa o di un cittadino che s’interfaccia con esso).

I principali risultati possono essere:

  • ottimizzazione dei flussi informativi tra PA e cittadini e imprese (comunicazioni attraverso smartphone, opendata…)
  • standardizzazione e semplificazione dei processi operativi della PA: più un processo è standardizzato e più è semplice introdurre un software opensource (senza licenza) e l’interfacciamento con altri applicativi esterni all’ente
  • riduzione dei tempi amministrativi

Facendo alcuni esempi pratici, con l’informatizzazione di una P.A.:

  • si potrebbero effettuare pagamenti di bollettini direttamente da smartphone
  • si potrebbero richiedere documenti direttamente online
  • si potrebbe creare uno spazio istituzionale, come la mappa interattiva di questo blog, in cui tutti i cittadini certificati (con identità digitale) possono fare segnalazioni su problematiche inerenti al territorio (incidenti, disservizi, lavori …)
  • si potrebbero visualizzare sulla mappa interattiva (grazie agli opendata), tutte le attività commerciali e della pubblica amministrazione con relativi orari di apertura e chiusura ed eventuali avvisi giornalieri
  • si potrebbero facilitare le comunicazioni tra cittadini (o imprese) e PA attraverso l’ausilio di un “app” istituzionale in modo che ogni segnalazione venga notificata come messaggio sul proprio device.

Tutto questo ormai rappresenta la realtà e, prima o poi, tutti gli enti pubblici dovranno adattarsi.

 

Considerando più in generale che le tecnologie digitali hanno come obiettivo il miglioramento dello stile di vita delle persone, la domanda che ci si potrebbe porre è:

Ad Assago, che è uno dei comuni più virtuosi d’Italia, qual è lo stato dell’arte?

Analizzando la situazione dal punto di vista di un privato cittadino verifichiamo prima di tutto:

la velocità di connessione alla rete.

web  Dal mio computer di casa registro una velocità media (alle 22.30 ad Assago) di 5,12 Mbps in download. Purtroppo siamo in linea con il resto d’Italia che è già una delle ultime in Europa (in Olanda la velocità media arriva a 12.5 Mbps).

Se consideriamo però che Assago è una cittadina alle porte di Milano ci si poteva aspettare anche qualcosina in più.

il nostro sito istituzionale:

Il sito http://www.comune.assago.mi.it necessita ormai di un rinnovamento. Non essendo responsive non si adatta agli schermi per smatphone e tablet.

Nell’agenda digitale, inoltre, si incentiva l’utilizzo di software OpenSource poichè privi di licenza, standardizzati, offerti da più fornitori e molte volte anche più performanti. Questo blog, ad esempio, è fatto in wordpress (tecnologia OpenSource). Al di là dell’aspetto estetico, che può piacere o meno, offre gratuitamente diverse features, tra queste, l’adattabilità a qualsiasi dispositivo mobile e non. Provate ad accedere su questo blog con un telefonino e noterete come gli articoli si adatteranno sul vostro schermo consentendovi una lettore più gradevole.

OpenData:

Purtroppo di OpenData non c’è traccia. In futuro ne sentiremo parlare sempre più spesso. Si tratta di dati della pubblica amministrazione che sono di dominio pubblico. Informazioni di qualsiasi tipo rese disponibili per tutta la comunità in modo da essere riutilizzati in progetti informatici di interesse della collettività.
opendataA grandi linee possiamo dire che Assago potrebbe fare molto di più sul piano tecnologico.

Se è vero che ha risorse da spendere allora questo mi sembra un buon investimento!

Recinzione pista ciclabile, cosa succede?

Questa mattina abbiamo notato un crollo di circa 200 metri della staccionata della pista ciclabile di via Matteotti.  Di seguito le foto da diverse prospettive!

IMG-20140921-WA0001 IMG-20140921-WA0002 recinzione via matteotti

Ci auguriamo che l’amministrazione Musella intervenga quanto prima e non si lascino passare mesi per un intervento banale ma molto importante per la sicurezza dei cittadini!

Un cittadino!

P.S.

Ho effettuato la segnalazione anche sulla mappa interattiva!