ASSAGO AVEVA UN CAMPO DA BASEBALL

Si è proprio così Assago aveva un campo da baseball.

Un campo invidiato da città ben più grandi della nostra.

Questo è lo stato in essere del “nostro” campo

Questa foto, ricavata da google earth, invece risale a qualche anno fa era il 2015

Come potete ben notare il diamante (parte del campo in terra rossa dove vengono posizionate le basi) area cruciale per il gioco del baseball non esiste più.

Dai primi mesi del 2017 noi del M5S di Assago ci stiamo interessando all’argomento.

E’ uscito anche un articolo che parla della situazione del parco agricolo dove viene sottolineato lo stato di abbandono del campo.

Il nostro consigliere Lo Presti ed io abbiamo richiesto diversi documenti in comune tra cui la convenzione che regola la gestione del campo e le ricevute di pagamento del canone.

Dopo alcune difficoltà siamo entrati in possesso dei documenti richiesti.

Con una lettera protocollata in data 10 gennaio 2018 abbiamo chiesto cosa intendeva fare l’amministrazione per ovviare allo stato di abbandono del campo

Ecco parte della richiesta, estrapolata dal referente del comune, a cui è stata data risposta.

“ si accerta di fatto lo stato di abbandono dell’area , non è più visibile neanche il diamante del campo da gioco”:

quali provvedimenti immediati intenda mettere in atto, mediante i propri uffici tecnici, affinché la Rayo baseball ASD riporti l’intera area allo stato di manutenzione come previsto dal contratto essere?”

Ed ecco parte  della risposta:

Durante l’inverno causa mancanza di utilizzo del campo e causa tempo piovoso, oltre alla concomitanza del particolare tipo di terreno su cui è stato costruito il campo, si ha come risultato una crescita abbondante di erba selvatica su tutto il campo con maggior evidenza in termini di contrasto cromatico nella parte della terra rossa. Le operazioni di eliminazione delle erbacce dalla terra rossa richiedono in primis l’uso di diserbante e poi in un secondo momento operazioni di rastrellatura, piallatura e posa di nuova terra rossa; il problema principale per la manutenzione della terra rossa è dovuto al fatto che il periodo piovoso/molto umido neutralizza totalmente gli effetti del diserbante (viene fortemente diluito perdendo così la sua efficacia) e quindi inutili procedere con le successive fasi di sistemazione; ad inizio di ogni stagione la porzione di terra rossa viene prontamente ripristinata tramite il processo di cui sopra. Oltre alle varie operazioni di ripristino della terra rossa vengono effettuate diverse seminature di erba scelta sulla zona erbosa del campo interno (diamante). Il campo nella sua totalità viene piallato ogni anno e l’erba tagliata con regolarità. Ad ogni fine allenamento viene anche piallata manualmente con un rullo tutta la zona di terra rossa (casa base, corsie ecc) utilizzata durante l’allenamento.

Le foto del campo sono state realizzate a metà agosto e la situazione non è cambiata e il diamanta rimane invisibile.

Al lettore libera opinione noi riportiamo solo i fatti.

Noi siamo certi che tutto questo non dipenda dal fatto che alcuni componenti della maggioranza, con relativi parenti, siano anche soci dell’associazione che ha in concessione il campo.

Ma vogliamo che un campo pagato da tutti i cittadini venga mantenuto nel tempo per permettere a più persone possibile di usufruirne.

Quasi mi dimenticavo in data 04/2018 il PD ha presentato una mozione in consiglio comunale riguardante lo stesso argomento……che tempistica.

Buona giornata a tutti.

Roberto Murolo

 

 

 

 

Lascia un commento