POST IT


Le entrate dello Stato (bilancio 2011) corrispondono a circa 450 miliardi tra imposte dirette (237) e indirette (174). Senza gli interessi sul debito pari a circa 100 miliardi, lo Stato produce un AVANZO ATTIVO. Più aumenta il debito, oggi arrivato a 2.157,5 miliardi, più vengono erose le spese correnti. Quindi o si riduce il debito uscendo dall’euro o si taglia tutto il tagliabile con il machete.
Una volta svalutato il lavoro interno, azzerando i diritti dei lavoratori e le garanzie sociali, scommettiamo sulle voci di spesa che verranno toccate prossimamente da Renzie per mantenere le promesse fatte a Bruxelles ?
– Pensioni: 261 miliardi
– Dipendenti pubblici: 163 miliardi
– Sanità: 111 miliardi

Lascia un commento