I pesci del cavo Borromeo

Giovedì,  all’ingresso del Parco Agricolo in via Matteotti, ho trovato un pesce morto e altri boccheggianti in una pozza che si è creata sul letto in secca del cavo Borromeo, sotto allo scavalco della roggia Brianzona.





Questa era lo stato della roggia Brianzona il giorno stesso:

Ho segnalato ad ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente), Polizia locale e Area edilizia pubblica e ambiente.

Ricordo che a pochi metri di distanza, a gennaio, era stato trovato un airone morto.
http://www.assagoincomune.it/2017/01/30/parco-agricolo-trovato-animale-morto/

Davide Gelmini

 

NOTIZIE A CONFRONTO

A Casalnuovo, raccontano le statistiche, è raddoppiata la mortalità per cancro nella classi di età da zero a quattordici anni: la “Terra dei fuochi” è ancora terra di morte.
“La mia testimonianza sul traffico di rifiuti tossici è stata secretata da Re Giorgio“. Il pentito Carmine Schiavone in una lunga intervista al giornale Der Spiegel afferma che fu l’attuale Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ministro dell’Interno dal ’96 al ’98 nel governo Prodi, a SECRETARE le sue deposizioni sul traffico di rifiuti tossici che tiravano in ballo persino Paolo Berlusconi, fratello del Cavaliere, come capo di un’azienda del nord protagonista dei suoi traffici.

QUANDO LA MATEMATICA E’ UN’OPINIONE…

QUANDO LA MATEMATICA E’ UN’OPINIONE…
La lotta all’evasione fiscale nel 2016: 19 miliardi di euro recuperati all’erario, ben 4,1 miliardi in più rispetto ai 14,9 recuperati nel 2015.
Cori di giubilo del Governo , a reti e giornalai unificati : “È un risultato senza precedenti!” (Paolo Gentiloni); “È un record. Il Governo non strizza l’occhio agli evasori semmai ai contribuenti” (Pier Carlo Padoan)
Ebbene, sembra incredibile che nessuno abbia letto davvero il comunicato scritto dall’Agenzia delle Entrate (vedi sotto).
Cosa dice? Questo: nei 19 miliardi sono conteggiati anche i “4,1 miliardi incassati dalla voluntary disclosure”, cioè il condono sui capitali nascosti al fisco all’estero.
Senza queste cifre – che come ovvio non si possono considerare come “lotta all’evasione” – il gettito sarebbe stato allo stesso livello dello scorso anno.
Ma sai, a volte, la matematica…
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Documentazione/Archivio/Normativa+prassi+archivio+documentazione/Archivio+Recupero+evasione+-+Risultati/CS+9+febbraio+2017/033_Com.+st.+Presentazione+risultati+2016+09.02.17.pdf

MONTE DEI PASCOLI DI SIENA

Il M5S ha chiesto che fossero resi pubblici i nomi dei debitori insolventi delle banche cui è stato dato aiuto di stato (20 miliardi).
Cosa ha risposto il Governo ? NO !
Motivazione : preferiamo fornire solo il “profilo di rischio” dei debitori (sic!) e focalizzare invece l’attenzione sugli Amministratori della banche interessate…
E chi sono stati gli amministratori di MPS ?
Per caso gli stessi partiti di sinistra che vi hanno “pascolato” nel tempo…??

UN SINDACO AL GIORNO, TOGLIE I GIORNALAI DI TORNO…!

Oggi cambiamo e parliamo del sindaco PD di Milano, Beppe Sala: si, proprio quello indagato per falsa dichiarazione e per falso materiale e ideologico !
Si, proprio quello che ha nominato assessore al Bilancio Roberto Tasca, suo socio in affari, e assessora alla Trasformazione digitale Roberta Cocco, top manager in aspettativa della Microsoft (che si rifiuta di presentare la dichiarazione dei redditi, richiestale da Anac), che è anche fornitrice del Comune: un doppio conflitto d’interessi (il primo direttamente del sindaco, non altrui come per la Raggi sui fratelli Marra…)

(Video) Segnalate al comune discariche, roghi e acque bianche vicino alla cascina Venina – Assago

Oggi mi sono recato sull’alzaia pavese, nei pressi della cascina Venina.
https://www.google.it/maps/place/45%C2%B024’27.9%22N+9%C2%B009’30.3%22E/@45.4086344,9.1506484,1067m/data=!3m1!1e3!4m5!3m4!1s0x0:0x0!8m2!3d45.407736!4d9.158414

Questo è quello che ho trovato:

Il tutto è stato segnalato all’ Area Edilizia Pubblica e Ambiente.

Davide Gelmini

SICUREZZA LAVORI AMPLIAMENTO MENSA SCOLASTICA

In data 07/11/2016, durante le ore scolastiche, l’impresa esecutrice delle opere in oggetto, ha proceduto alla demolizione della scala di emergenza in ferro senza avvisare la scuola nella persona della Dirigente scolastica e/o RSPP del plesso scolastico.

Tale lavorazione ha messo a rischio la salute e la sicurezza del personale di servizio e dei bambini, che dopo qualche ora sarebbero arrivati in mensa per pranzare.

La Direttrice scolastica, accortasi di quanto stava accadendo, ha immediatamente protestato con gli operai (bloccando di fatto la lavorazione)  e avvisato alcuni componenti del Consiglio d’istituto che giunti sul posto hanno potuto constatare quanto accaduto.

Considerando che nel piano di sicurezza e coordinamento veniva menzionato “…. quale primo fattore di rischio l’interferenza con gli utenti della mensa scolastica”.

L’art. 92 del D. LGS 81/2008 al comma 1 lettera a) prescrive al CSE di: “verificare, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte dell’impresa esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni a loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e coordinamento di cui l’articolo 100 ove previsto e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro”.

Nel PSC sono stati previsti circa 64.000 euro di oneri per la sicurezza diretti e indiretti da riconoscere all’impresa per l’esecuzione dei lavori nel rispetto della sicurezza.

In data 18/11/2016 venivano richiesti copia dei seguenti documenti:

  • Piano di sicurezza e coordinamento
  • Piano operativo di sicurezza
  • Verbale di coordinamento
  • Piano di evacuazione scuola

Ricevendo di fatto solamente il Piano di sicurezza e coordinamento ed un Verbale di cantiere “spacciato” per Verbale di coordinamento.

Per le gravi responsabilità del CSE che non ha provveduto a convocare prima dell’inizio dei lavori una Riunione di coordinamento invitando anche la Direttrice scolastica ed il RSPP del plesso e le gravi responsabilità dell’impresa esecutrice, che nonostante le prescrizioni contenute nel Piano di sicurezza e coordinamento, ha proceduto alla demolizione della scala di sicurezza senza accertare preventivamente che gli utenti della mensa fossero sufficientemente informati ed edotti di quanto stava per accadere.

Per questi motivi  il consigliere M5S Maurizio Lo Presti ha protocollato un’interrogazione chiedendo all’Amministrazione Comunale

  • se è al corrente di quanto accaduto il giorno 07/11/2016 e della sua gravità;
  • se ha denunciato quanto accaduto all’ASL;
  • se ha preso provvedimenti in merito chiedendo al RUP di sollevare dall’incarico il CSE per gravi negligenze;
  • se ha preso provvedimenti in merito chiedendo al RUP di non riconoscere interamente all’impresa l’importo relativo agli Oneri di Sicurezza.

Download (PDF, 698KB)

Aspettiamo risposta al più presto, ma se continuano a non convocare i Consigli comunali …..

 

LA RISPOSTA DELL’ AMMINISTRAZIONE SUL CASO “PARCO AGRICOLO”

Sono mesi, se non anni, che denunciamo lo stato di abbandono in cui si trova il parco agricolo e le rogge d’Assago.

Abbiamo chiesto,  in più riprese, che l’amministrazione comunale si attivasse nel rimuovere le criticità riscontrate.

L’ultima, in ordine di tempo, è l’interrogazione prot. n. 15302/16 del 18/07/2016 “Situazione di sicurezza e situazione generale dell’area verde delimitata su tre lati da Via del Parco, Via Matteotti e Via dei Caduti.”

Download (PDF, 603KB)

Per avere una risposta dalla maggioranza abbiamo dovuto aspettare il consiglio comunale del 23 novembre 2016 perché l’amministrazione ha ritenuto di far trascorrere ben quattro mesi tra un consiglio e l’altro,  dal 20/07/16 al 23/11/16.

All’interrogazione ha risposto l’assessore Burgazzi.

Verbale del Consiglio riguardante l’interrogazione

Download (PDF, 282KB)

per chi non avesse voglia di leggere il verbale Burgazzi sul tema illuminazione ha risposto che è stata fatta una potatura degli arbusti e alberi per liberare i lampioni dalla vegetazione e testuale “Le luci cioè non è un centro abitato è un parco agricolo infatti si chiama Parco Agricolo, quindi una via di mezzo“.

Per quanto  riguarda la sicurezza e le telecamere ha risposto che le forze dell’ordine sono a conoscenza della situazione e hanno assicurato che continueranno i controlli e che c’è un unica telecamera funzionante all’ingresso del parco ritenuto il punto più critico. Il resto promesse….

Mentre per la manutenzione, solite promesse ….ha ribadito che abbiamo poche risorse.

Ad oggi nulla è cambiato e credo che nulla cambierà. La riprova l’ho avuta, durante lo stesso consiglio, quando l’assessore Becagli ha dato le sue motivazioni sulla restituzione della delega allo sport.

Verbale

Download (PDF, 320KB)

Il consigliere ha sottolineato che testuale “…..il mancato accoglimento di alcune richieste, faccio esempio, queste richieste riguardano una fontanella per il Parco Agricolo, per chi va a frequentare il parco per far lo sport,…..”

Non vogliono mettere neanche una fontanella.

In gennaio abbiamo fatto segnalazione presso il comando dei vigili di Assago. Ancora nulla.

Noi non ci fermiamo perché vogliamo dei luoghi sicuri e decorosi dove poter fare giocare i nostri figli e/o fare dello sport.

Roberto Murolo

 

 

 

PRONTO INTERVENTO

Nel 2016, sul fronte giudiziario, 133.000 processi se li è pappati la prescrizione, salvando così da sicura condanna almeno 200.000 delinquenti. Poi ci sono i vuoti d’organico fra giudici, PM, cancellieri e amministrativi che impediscono alla sola Cassazione di pubblicare 3.151 sentenze, mentre non si contano le migliaia di pregiudicati ancora a piede libero per mancanza di personale che notifichi le sentenze.
E che ha fatto il governo Renzi ? Zero ! Anzi , ha pensato bene ( vista la carenza d’organico pari al 10%) di mandare in pensione 500 giudici in anticipo (senza bandire nuovi concorsi), salvo poi prorogarne 18 che son quelli che gli interessano…
E la riforma Penale , con relativa revisione della prescrizione ? Giace da due anni nei cassetti del Senato.
Non va meglio sul fronte delle forze dell’ordine , visto che il capo della polizia, Gabrielli, denuncia carenza d’organico pari al 15% delle necessità per garantire sicurezza ai cittadini .
Ma in non tutte le città è così: eccedenze di organico si riscontrano “sotto casa” di ministri e sottosegretari, cioè dove i vari Alfano, Maroni etc. sono residenti.
Bene ! Sarà più facile il pronto intervento per andarli a prendere…..!!
(Nel frattempo, voi continuate a votarli..!)

PAROLE “MAGICHE” A CONFRONTO

Secondo una recente indagine McKinsey, dal 2005 al 2015 i redditi in Italia sono fermi o diminuiti per il 97% degli italiani. Inoltre, dal 2002 ad oggi il potere d’acquisto è diminuito del 26%.
Al polo opposto, in Svezia, il 20% dei redditi risultano fermi mentre per l’80% c’è stato un aumento costante.
Ma lì c’è una parola “magica”: Sindacati, che condividono il valore del lavoro con le imprese e il Governo.
Qui , invece, la parola magica è: Sindacati inesistenti e Partiti con dirigenze incapaci che qualcuno (o perché fa parte del 3% o perché masochista) continua a votare…!